di

L'edizione 2019 della Game Developers Conference ha recentemente ospitato l'evento di Reveal di Google Stadia, la nuova piattaforma vidoludica progettata dalla Compagnia.

Concepita posizionando al cuore del progetto la tecnologia dello streaming videoludico, il progetto punta a proporre un'esperienza di elevata qualità su multipli devices. Tra gli elementi che rendono questo ambizioso obiettivo realistico troviamo una particolare caratteristica presentata da Google direttamente dal palco dell'evento: la possibilità per gli sviluppatori di sfruttare multiple GPU tramite la tecnologia cloud.

Per offrire un'anteprima delle potenzialità legate a tale struttura, Google ha collaborato con UL Benchmarks, la quale ha realizzato un'interessante tech-demo, che potete, come di consueto, visualizzare direttamente in apertura a questa news. In descrizione al video possiamo leggere: "Stadia è una nuova piattaforma di Google che rende il multi-GPU computing disponibile a tutti tramite cloud. In questa tech demo, mostriamo come gli sviluppatori videoludici possono utilizzare il rendering cloud-based e multi-GPU su Stadia per creare esperienze di gioco più ricche e dinamiche. [...] In questa demo, una GPU gestisce la maggior parte del tradizionale geometry rendering. GPU aggiuntive intervengono quando necessarie per migliorare la scena con simulazioni di fluido dinamiche ed effetti particellari complessi". Cosa ve ne pare?

Per maggiori approfondimenti, segnaliamo ai Lettori che sulle pagine di Everyeye è disponibile uno speciale dedicato a Google Stadia, realizzato dal nostro Giuseppe Arace. Recentemente, inoltre, Google ha sottolineato quanto lo sviluppo su Stadia sarà semplice.

Quanto è interessante?
7