GTA Online ai tempi del Coronavirus: gli hacker impongono il coprifuoco e la quarantena!

GTA Online ai tempi del Coronavirus: gli hacker impongono il coprifuoco e la quarantena!
di

Col pretesto dell'emergenza Coronavirus, gli hacker di GTA Online fanno scattare il coprifuoco e la quarantena per dare vita a un Role-Play "forzato" tra i giocatori del multiplayer di Grand Theft Auto 5.

Nella speranza di scoprire che cosa sta avvenendo sui server del kolossal a mondo aperto di Rockstar Games su segnalazione di diversi utenti incappati in questo "problema", la redazione di Polygon ha scambiato quattro chiacchiere con l'hacker conosciuto sulla scena con il nickname di "Ren".

Il programmatore dilettante ha confermato il tutto e riferito di aver collaborato con altri hacker per protestare contro le misure in tema di distanziamento sociale che stanno interessando i Paesi maggiormente colpiti dalla pandemia da Coronavirus COVID-19. L'operazione compiuta dagli hacker sta perciò scatenando dei "fenomeni virtuali" che coinvolgono, loro malgrado, i giocatori ignari di questo Role-Play.

Le testimonianze fornite dagli utenti sono molteplici, come quelle offerte da chi si lamenta di essere stato rinchiuso all'interno di gabbie digitali o da chi ha ricevuto un inquietante messaggio in chat che li informava di come "chiunque non sia a casa in questa sessione di gioco entro sera verrà attaccato. Il coprifuoco da Coronavirus è attivo in GTA Online!".

Parallelamente a queste iniziative imposte dagli hacker, sui server di GTA Online si comincia ad assistere anche alla modifica di determinati "costumi sociali" da parte dei giocatori della componente multiplayer di Grand Theft Auto 5, ad esempio con raduni nei club o in spazi all'aperto in cui gli utenti si offrono reciprocamente delle Taglie con rendimenti "generosi" per aiutarsi a vicenda in questo difficile momento dominato dalle notizie sulla diffusione del Coronavirus.

FONTE: Polygon
Quanto è interessante?
6