di

Dopo mesi di ostilità nei confronti dei modder attivi sui vecchi giochi di Grand Theft Auto, culminati ieri con la denuncia da parte di Take-Two nei confronti dei curatori di Project RE3, i ragazzi responsabili di GTA Underground, una mod di San Andreas in sviluppo da lungo tempo, hanno deciso di gettare la spugna.

"A causa delle crescenti ostilità nei confronti della community dei modder e del pericolo immediato nei confronti del nostro benessere mentale e finanziario, con profonda tristezza annunciato l'interruzione dello sviluppo di GTA Underground. A breve rimuoveremo tutti i file caricati", ha dichiarato il Lead Developer dkluin, che si è fatto portavoce per tutti i suoi colleghi.

GTA Underground era un ambizioso progetto in lavorazione da ben sei anni che mirava a combinare le mappe di tutti i giochi della storica era 3D di Rockstar Games - GTA 3, Vice City, San Andreas, Bully, Manhunt e Manhunt 2 - all'interno dell'universo di Grand Theft Auto San Andreas. Dkluin ha approfittato del suo comunicato per ringraziare tutti i membri della community che hanno supportato il progetto e i suoi colleghi per "il lavoro incredibile" e "i grandi momenti" trascorsi assieme nel corso di questi lunghi anni. Il messaggio è stato accompagnato da un triste video intitolato semplicemente "The End", un omaggio a tutti coloro che hanno collaborato a GTA Underground. Lo trovate in apertura di notizia.

Quanto è interessante?
6