Gylt: Video Recensione della prima esclusiva per Google Stadia

di

Gylt è la prima esclusiva integrale di Google Stadia, e sulle sue spalle pesa quindi una grande responsabilità. In una line-up di lancio composta quasi del tutto da titoli già disponibili sul mercato, l'avventura di Tequila Works dovrebbe svolgere il ruolo di elemento caratterizzante della libreria.

Come ci racconta Francesco Fossetti nella nostra recensione di Gylt, però, l'ultimo progetto degli autori spagnoli di Tequila Works rappresenta il loro gioco più incosistente, soprattutto alla luce del lavoro svolto su titoli come Deadlight e RiME.

Nata con il duplice presupposto di mostrare la volontà di Google di investire su prodotti di qualità e di rappresentare la futura offerta esclusiva accessibile sulla nuova piattaforma in streaming di Stadia, Gylt non riesce a incidere sia sotto il profilo ludico che prettamente contenutistico.

Un maggiore slancio di originalità e di coraggio, specie sul piano del gameplay e del legame tra la progressione narrativa e le fasi stealth, avrebbe certamente contribuito ad elevare il tenore qualitativo di quest'opera. Le numerose debolezze della produzione, però, non scalfiscono quanto di buono è stato fatto dal team di Tequila Works in termini di enigmi da scoprire e di cura artistica per i dettagli dello scenario.

Vi lasciamo quindi alla nostra video recensione di Gylt e al modulo dei commenti, tramite il quale potrete condividere la vostra opinione su questo titolo fresco di lancio su Google Stadia che, a quanto sembra, è destinato ad arrivare anche su PC e altre piattaforme nel corso del 2020.

Quanto è interessante?
1