Tra Halo Infinite e COD Warzone: gli utenti Xbox stufi del crossplay col PC

Tra Halo Infinite e COD Warzone: gli utenti Xbox stufi del crossplay col PC
di

L'introduzione del crossplay in numerosi titoli basati sul multiplayer online ha rappresentato indubbiamente una conquista non indifferente per il mondo del gaming. Tuttavia, non tutto sembra essere andato per il meglio, e c'è chi ora si dice stufo di essere costretto ad utilizzare obbligatoriamente tale funzionalità.

A parlare sono gli utenti console, ed in particolare quelli che possiedono le piattaforme Xbox. A partire da Halo Infinite, passando per Call of Duty Warzone Pacific e Battlefield 2042, i giocatori sono costretti a mantenere il crossplay prennemente attivo con la playerbase PC. Una situazione che a non tutti sta bene, e questo per un duplice motivo.

In primo luogo, è innegabile che su PC si ha la possibilità di giocare a prestazioni migliori e con funzionalità aggiuntive, ovviamente a patto di disporre di un hardware adeguato. Il gap competitivo può venirsi a creare, ad esempio, dall'assenza del FOV slider di COD Warzone su console, a causa del quale i giocatori PC hanno un campo visivo nettamente migliore in-game.

Il secondo punto della questione riguarda i cheater, che come sappiamo hanno vita molto più facile su PC rispetto ai sistemi più chiusi delle console. Gli hacker rischiano purtroppo di compromettere irrimediabilmente l'esperienza online dei giocatori più onesti, e questo accade tanto in Halo Infinite quanto in COD Warzone (in quest'ultimo caso sembra che nemmeno il sistema anti-cheat Ricochet sia riuscito a risolvere il problema).

Microsoft non ha ancora commentato la situazione, e non ci è dato sapere se il crossplay offrirà una maggiore varietà di preferenze in futuro, così da permettere ad esempio di giocare soltanto fra le utenze console. Voi cosa ne pensate di questa situazione? Avete vissuto esperienze negative giocando online sulle piattaforme Xbox?

FONTE: the verge
Quanto è interessante?
4