di

Dopo aver manifestato il proprio scetticismo sulla campagna di Halo Infinite, il collettivo di giornalisti di Digital Foundry si riunisce ancora una volta per soffermarsi, questa volta, sugli interventi svolti da 343 Industries per evolvere la grafica e il gameplay del kolossal sparatutto di Microsoft.

Il team di DF parte ovviamente dal confronto tra il chiacchierato gameplay reveal di Halo Infinite dello Showcase Xbox di luglio 2020 e il nuovo trailer della Campagna di Halo Infinite ammirato a fine ottobre per tirare le somme in previsione della sempre più prossima uscita dello sparatutto sci-fi.

Lo scambio di battute tra i membri di Digital Foundry ha coinvolto gli aspetti più importanti dello sviluppo dell'esclusiva Microsoft: a detta del collettivo di giornalisti legato a Eurogamer.net, l'attesa degli appassionati verrà ripagata da un impianto ludico maggiormente strutturato e "dinamico". Sotto il profilo strettamente visivo, per DF l'anno supplementare di sviluppo guadagnato da 343 con il rinvio ha permesso alla sussidiaria degli Xbox Game Studios di superare le criticità ravvisate nel sistema di illuminazione, nella qualità delle texture e nella ricchezza di dettagli delle ambientazioni.

Nel complesso, gli "esperti tecnoludici" di Digital Foundry si dicono soddisfatti dal lavoro portato avanti in questi mesi da 343 Industries, tanto da dichiarare apertamente il proprio "cauto ottimismo" sulla buona riuscita della delicata operazione condotta dagli sviluppatori americani per risolvere i problemi emersi nel build mostrata lo scorso anno.

Quanto è interessante?
4