E3 2018

Hideo Kojima: con Death Stranding voglio tentare un approccio diverso al single player

di

Dopo aver diffuso nuovi dettagli sui personaggi e sulle meccaniche di gioco, Hideo Kojima è tornata a parlare di Death Stranding ai microfoni di Hollywood Reporter, svelando ulteriori informazioni sulla natura del progetto e sui suoi obiettivi.

"So che ci sono molte persone a cui piacciono i giochi single player, e che continueranno ad esserci anche in futuro. Tuttavia, in questo caso volevo adottare un approccio diverso dal solito. Con Death Stranding volevo creare un'esperienza single-player, ma che al tempo stesso sfruttasse la componente online per qualcosa di speciale. Voglio permettere un tipo di connessione diversa tra i giocatori, qualcosa di diverso dal semplice spararsi l'un l'altro, o di fare un Battle Royale o di stare insieme per sconfiggere un nemico comune. Qualcosa di diverso da tutto questo." spiega Kojima, ribadendo che l'obiettivo di Death Stranding è quello di riconnettere il mondo.

Proseguendo nell'intervista, il game director ha spiegato di approcciarsi allo sviluppo di Death Stranding come se fosse l'ultimo gioco della sua carriera: "In questo progetto sto mettendo tutto me stesso, tutta la mia vita. Potrebbe essere il mio ultimo gioco e non posso permettermi di sbagliare."

Cosa ne pensate della parole di Kojima? Con l'occasione vi riproponiamo il nuovo gameplay trailer di Death Stranding mostrato durante la PlayStation Conference E3 2018.

Quanto è interessante?
28

Vuoi essere tra i primi a mettere le mani sul nuovo gioco di Hideo Kojima? Prenota Death Stranding su Amazon.it per godere del prezzo più basso del momento e dei bonus preorder.