I videogiochi ti tengono in forma.

di

Nintendo lancia il Progetto Wii Sports.. Perché i videogiochi, da oggi, ti tengono anche in forma!

I VIDEOGIOCHI TENGONO IN FORMA!
NINTENDO PRESENTA IL "PROGETTO Wii SPORTS".



27 marzo 2006 - I videogiochi aiutano a tenersi in forma! Questa è la notizia che, in un periodo in cui si parla molto di obesità e sovrappeso, sta letteralmente facendo impazzire il mondo. I giovani passano molto tempo davanti alla TV e gli adulti hanno pochissimo tempo da dedicare all'attività fisica. Da oggi è possibile riuscire a fare movimento in modo assolutamente divertente e stando comodamente a casa. Se fino a questo momento molti consideravano il videogioco un'attività passiva per ragazzini, adesso le ricerche e gli studi scientifici che si stanno interessando a questo fenomeno nascente dimostrano il contrario.

L'arrivo di Wii, la console dotata di controller con particolari sensori di movimento e accelerazione, ha cambiato per sempre il modo di videogiocare, permettendo agli utenti di prendere parte realmente all'azione e rendendo il gioco attivo e dinamico. Impugnando il controller come se fosse un accessorio sportivo - ad esempio il manico di una racchetta da tennis, una mazza da baseball o da golf - i giocatori riproducono gli stessi movimenti che si compiono praticando realmente un determinato sport (tennis, golf, boxe, bowling e baseball). In questo modo i muscoli che interessano l'area delle braccia, delle spalle, del busto e persino delle gambe lavorano attivamente.

La notizia non passerà certo inosservata alle madri preoccupate del tempo di permanenza dei propri figli speso passivamente davanti allo schermo televisivo, alle persone pigre che non vogliono uscire di casa per praticare attività sportiva o a chi vuole integrare un allenamento già presente con un'altra tipologia di movimento.

Nintendo Italia, attraverso il progetto "Wii Sports", realizzato in collaborazione con Runner's World, la rivista della corsa più letta al mondo, si sta occupando di approfondire il concetto di "exergaming" (fare allenamento fisico mentre si gioca), verificando come la nuova tecnologia virtuale di Wii, che sta rivoluzionando il concetto di intrattenimento videoludico, possa essere positivamente applicata all'attività sportiva.

IL PROGETTO "Wii SPORTS"
Il progetto a cui Nintendo sta lavorando si propone di verificare gli effetti positivi e i benefici che l'utilizzo attivo e costante della console Wii può apportare al fisico.

Nintendo ha coinvolto nell'esperimento i 5 componenti di una normale famiglia italiana che, da tre mesi, si sta allenando in modo non agonistico con l'obiettivo di partecipare a un importante evento podistico. I Gironi (questo il nome della famiglia che ha accettato di prendere parte al progetto) hanno ricevuto una console Wii e il software Wii Sports, perché diventasse parte attiva e costante del loro allenamento.
Enrico e Rita (48 e 45 anni) con le figlie Federica e Valentina (16 e 17 anni), sotto la supervisione del Prof. Fulvio Massini - preparatore atletico e coordinatore tecnico di Runner's World - e del Dott. Rodolfo Tavana - medico dello sport e coordinatore scientifico di Runner's World, hanno introdotto nel loro programma di allenamento settimanale delle sessioni quotidiane di 20/30' di gioco con Wii Sports. Libera, per ogni componente della famiglia, la scelta del tipo di gioco/sport da praticare con la console.

Alla famiglia Gironi è stato chiesto inizialmente di provare il Fitness Test e, prima di iniziare ogni sessione di gioco, di accedere alla Modalità Training di Wii Sports.

Attraverso il Wii Fitness Test, viene determinata la "Fitness Age" dei giocatori, ovvero il livello di forma fisica sotto forma di età. L'allenamento quotidiano permette di abbassare questa età, calcolata in base alle performance ottenute su una serie di prove sportive che variano ogni volta. I risultati quotidiani vengono salvati e possono essere visualizzati attraverso un grafico che mostra i miglioramenti progressivi nel tempo. La modalità Wii Fitness propone anche una speciale visualizzazione a triangolo che mostra le aree di maggiore abilità del giocatore, come l'equilibrio, la velocità e la forza, in modo che quest'ultimo possa capire dove è più carente e allenarsi di conseguenza.

Grazie alla modalità Training, Enrico, Rita, Federica e Valentina hanno la possibilità di prendere confidenza con il gioco, praticare un allenamento preparatorio e affinare gradualmente la propria abilità. Ogni volta che ci si allena, il computer attribuisce un punteggio che viene salvato e propone un nuovo obbiettivo da raggiungere.

Il software Wii Sports, incluso nella confezione di Wii e composto di cinque differenti discipline sportive, permette un'esperienza di gioco molto realistica, sfruttando l'utilizzo del rivoluzionario sistema di controllo di Nintendo. Wii permette di giocare a tennis, a golf, a baseball, a bowling e infine a tirare di boxe, impugnando il controller esattamente come se fosse una racchetta, una mazza da golf, una palla da bowling, una mazza da baseball o dei guantoni.  Con un realismo incredibile, ogni movimento produce un effetto preciso sullo strumento sportivo, permettendo al giocatore di imprimere una determinata velocità alla palla così come una specifica curva o direzione dei movimenti e dei lanci. Questo implica che, per compiere tali movimenti, le braccia, le spalla, il busto e persino le gambe, utilizzano tutti i muscoli che vengono normalmente messi in gioco durante una normale partita di tennis.
Proprio nel tennis, per esempio, il gioco registra il diritto, il rovescio, la volè, i colpi tagliati e i pallonetti, ed evidenzia la potenza della palla a seconda di quanto velocemente e con quale inclinazione il giocatore muove il controller per colpire la palla. Nel golf, maggiore è la forza di esecuzione dello swing e più lontano andrà la palla... Nella boxe si collega il Nunchuk (una periferica) al normale controller, in modo che i due elementi rappresentino i due guantoni da boxe. I giocatori simulano semplicemente il movimento dei pugni cercando di colpire il proprio avversario, tirando verso l'alto per prendere il viso e verso il basso per attaccare invece il corpo. Manterranno entrambi gli elementi chiusi davanti al viso o davanti al busto per proteggersi e schivare i colpi avversari.

Con Wii Sports, il giocatore può entrare maggiormente nel gioco creando la propria caricatura (Mii), disegnandola attraverso il Mii Channel. Il giocatore migliora gradualmente il proprio livello di bravura, con l'obbiettivo di diventare uno sportivo sempre più abile.

Tutto questo, naturalmente, avviene nell'agio e nell'intimità del soggiorno di casa propria. Ciò significa che utenti di ogni età, sesso ed esperienza di gioco possono accedere ad un campo da tennis virtuale, ad un diamante, al ring o al green più esclusivo, in qualsiasi momento della giornata. Riuscire a fare attività fisica divertendosi, senza abbonamenti in palestra e stando comodamente a casa non è più un sogno!

PROGETTO "Wii SPORTS":
LA PAROLA AGLI ESPERTI E AI PROTAGONISTI


Prof Fulvio Massini, allenatore, preparatore atletico e coordinatore tecnico di Runner's World - «In tre mesi di utilizzo di Wii Sports i componenti della famiglia Gironi hanno indubbiamente migliorato la mobilità articolare, in particolare delle braccia e della colonna vertebrale nei suoi segmenti. Gli effetti benefici dei movimenti compiuti mentre si gioca una partita di tennis virtuale o di una sfida a golf sono immediatamente percepibili durante l'esecuzione; non servono ad aumentare la forza o a migliorare la resistenza, ma aiutano nello sviluppo della coordinazione. Gli esercizi di mobilità articolare permettono l'allentarsi di tutti i tessuti connettivi, migliorano la conoscenza del proprio corpo e hanno un'azione rilassante generale. Nell'eseguirli, infatti, ci si concentra principalmente sulle proprie percezioni interne, estraniandosi dallo stress quotidiano».

Dott. Rodolfo Tavana, medico dello sport e coordinatore scientifico di Runner's World
- «Il lavoro scientifico allegato dimostra che l'attività cardio circolatoria si incrementa durante il gioco e questo ritengo sia la più valida argomentazione. Proporre, soprattutto ai bambini, videogames che promuovano anche l'attività fisica penso sia un contributo importante dell'azienda a stimolare quell'attività motoria che oggi i giovani tendono a rifiutare, prediligendo attività sedentarie con pericoli per la loro salute. Occorreranno altri studi ma già il presente è incoraggiante».

Dott Umberto Longoni, psicologo e sociologo, esperto di Runner's World
- «Non c'è dubbio: meglio fare sport con un videogioco, nel soggiorno di casa propria, piuttosto che non farlo e restare sprofondati nel divano davanti alla TV. Ma, sicuramente, è meglio praticare attività sportiva "tradizionale" e, in più, usufruire di un ulteriore allenamento con Wii quando se ne ha voglia, per un divertimento ulteriore o quando non ci sia tempo o possibilità di dedicarsi allo sport nel modo consueto. Potrebbe essere uno strumento che consente di sviluppare, in completa autonomia, molte delle qualità utili in determinati sport».

Dott. Giorgio Donegani, dottore in scienze e tecnologie alimentari ed esperto di Runner's World - «Sono innumerevoli le ricerche che dimostrano come lo stare seduti per ore davanti alla televisione o al computer favorisca il sovrappeso nei giovani. Da questo punto di vista non posso che guardare con favore a un videogioco che obbliga a impegnare il fisico e a consumare calorie. Tuttavia, tra lo stare seduto davanti a un videogioco e rimanere sempre davanti allo schermo muovendosi, preferisco certamente la seconda opzione, ma la riserverei comunque ai casi d'emergenza, quando fuori piove e non si può andare a giocare davvero».

Dott. Andrea Molina, chinesiologo, osteopata, preparatore atletico, esperto di Runner's World
- «Esprimo un parere positivo anche se l'attività sportiva è sicuramente auspicabile e consigliabile all'aperto. Tuttavia trovo molto interessante il concetto di "simulazione" del gesto sportivo perché può dare dei feedback immediati, migliorando la percezione del corpo, la propriocettività. Va da sé che Wii Sports rappresenta un aiuto in termini di mobilità articolare, attività muscolare e funzionalità cardiocircolatoria. Mi sembra importante sottolineare come Wii Sports (e le sue future evoluzioni) possa rappresentare una valida integrazione ai tradizionali metodi di allenamento. Non sottovaluterei nemmeno un suo potenziale utilizzo nella gestione del gesto tecnico dopo un infortunio, come forma riabilitativa. E non mi riferisco solo all'atleta o allo sportivo, ma estenderei il concetto a tutti».

Enrico Gironi - «Prepararsi per la mezza maratona di NY richiede molta passione, costanza e impegno quotidiano: una vera e propria sfida visto che abbiamo iniziato ad allenarci solamente tre mesi fa. L'ingresso di Wii all'interno del nostro programma ha reso l'allenamento divertente e più leggero soprattutto per le ragazze che sono alla ricerca di continui stimoli ed entusiasmo per affrontare questa avventura. La sessione di allenamento quotidiano con Wii è diventato un momento atteso, oltre che utile per il nostro corpo. L'idea di unire esercizio fisico e momento di gioco per noi è risultata vincente. Grazie alla corsa, le gambe non hanno problemi. Ma, effettivamente, i muscoli delle braccia, dopo le prime prove di gioco, in particolare a tennis, erano un po' indolenziti. Ormai, dopo oltre due mesi di allenamento con Wii, abbiamo potenziato anche la parte superiore del corpo. Personalmente sento la schiena molto meno rigida e contratta».

Rita Gironi - «E' davvero incredibile come Wii riproduca gli stessi movimenti che si compiono durante una vera partita di tennis.  I muscoli del braccio, dell'avanbraccio e del tronco lavorano attivamente ad ogni tiro, e si sente davvero. E' una bella invenzione soprattutto per i ragazzi che passano ore e ore davanti allo schermo di una TV o di un computer senza fare movimento. Con Wii uniscono l'utile al dilettevole». 

Valentina e Federica - «A noi non sembra vero di potersi divertire ed allenare nello stesso tempo. Io adoro il tennis, Federica il baseball e Beatrice impazzisce per il bowling! Ognuno ha trovato la propria disciplina sportiva con cui tenersi in forma. Il tutto stando comodamente a casa, che se sei pigro è il massimo!».

LA RICERCA DELLA JOHN MOORE UNIVERSITY DI LIVERPOOL (UK)

Il REACH Group (Research into Exercise, Activity and Children's Health), l'Istituto di Ricerca della Facoltà di Scienze dell'Esercizio Fisico e dello Sport dell'Università John Moore di Liverpool (UK) ha reso noti i risultati di una ricerca, condotta nel mese di gennaio 2007, in cui si dichiara che giocando attivamente con Wii, si bruciano calorie.

Lo scopo dell'indagine è stato quello di mettere a confronto i livelli di attività fisica e di consumo di calorie di ragazzi e ragazze tra i 13 e i 15 anni mentre giocano con la console Wii di Nintendo (attiva) rispetto all'utilizzo di un'altra console (statica).
 
Metodologia - Lo studio ha utilizzato un campione di 12 ragazzi (5 femmine e 7 maschi) tra i 13 e i 15 anni. Prima di iniziare il test, i giovani sono stati invitati a familiarizzare con il gioco Wii Sports per Nintendo Wii (attivo) e con un racing game per un'altra console (statico). Dopo aver completato la Modalità Training per i giochi del bowling, del tennis e della boxe di Wii Sports, è stato chiesto ai partecipanti di affrontare sessioni di 15 minuti di gioco a tennis, a bowling e a boxe, con 5 minuti di riposo tra una sessione e l'altra. Successivamente, i ragazzi sono stati studiati mentre giocavano per 15 minuti, seduti, con il racing game di una console tradizionale.

L'attività fisica e il consumo di energia sono stati misurati attraverso un congegno portatile simile alla mascherina per la prova del fiato. I dati sull'attività fisica sono stati registrati in intervalli di 5 secondi utilizzando l'accelerometro, mentre il consumo di energia e il battito cardiaco sono stati registrati in intervalli di 15 secondi attraverso il test effettuato con il congenio IDEEA (un sistema portatile dotato di microcomputer per misurare l'attività fisica e il consumo di energia) e l'Actiheart® (congegno che registra l'attività fisica e il ritmo cardiaco).

Analisi
- Per ognuno dei partecipanti sono stati calcolati l'altezza, l'altezza da seduti, la massa corporea, la circonferenza della vita, la punta di assorbimento di ossigeno, il battito cardiaco a riposo, il consumo di energia a riposo e il livello di esperienza nel gioco al computer. Per verificare l'ipotesi che il consumo di energia sarebbe maggiore in caso di utilizzo di videogiochi che promuovono l'attività fisica (Nintendo Wii) rispetto a un videogioco sedentario, lo stesso consumo di energia, il ritmo cardiaco e i livelli di attività determinati durante i momenti di gioco con entrambi i videogiochi, sono stati comparati in termini numerici.

Principali risultati*
-    Durante la sessione di gioco attivo con Wii, il consumo di energia, e di conseguenza la massa di grasso corporeo bruciata è circa due volte maggiore rispetto a quella consumata durante l'utilizzo di una console tradizionale.
-    L'allenamento, basato su una media di gioco settimanale di circa 12 ore, si traduce in oltre 1.800 calorie bruciate a settimana utilizzando Wii, approssimativamente il 40% in più di quando si utilizza una normale console di gioco. In entrambe le condizioni di gioco, il consumo di energia dei maschi è più alto rispetto a quello delle ragazze. Al contrario, le ragazze manifestano un maggiore ritmo cardiaco rispetto ai ragazzi con l'utilizzo di entrambi i giochi.
-    Per 15 minuti di gioco con un controller tradizionale il consumo di energia aumenta del 60% circa rispetto ai valori che si hanno a riposo. Utilizzando, invece, il controller di Wii i dati aumentano del 156%.  
-    Il ritmo cardiaco raddoppia durante le prove di gioco con la boxe di Wii Sports, e una sessione di 15 minuti con questo sport contribuisce al 9,5% della moderata/vigorosa attività fisica raccomandata quotidianamente per i ragazzi.
-    45 minuti di gioco con Wii (15 minuti di bowling, 15 di tennis e 15 di boxe) contribuiscono al 10% (6 minuti) di attività fisica giornaliera raccomandata per i giovani, mentre 45 minuti di gioco con una console statica contribuiscono allo 0,08% (3 secondi) dell'attività quotidiana consigliata.
-    Il movimento della parte superiore del corpo è di circa 31 volte maggiore mentre si gioca a Wii Sports rispetto a quando si gioca ad un videogioco seduti.
-    Wii risulta uno strumento potenziale per trasformare la sedentarietà in attività fisica.

* Tutti i dati possono essere verificati nei risultati ufficiali della ricerca (allegati) o rivolgendosi direttamente al Prof Tim Cable, BSc (Hons), PhD - Director of School of Sport and Exercise Sciences, Professor of Exercise Physiology at Liverpool John Moore University


Prof Tim Cable, Director of School of Sport and Exercise Sciences, Professor of Exercise Physiology

"Il test dimostra che l'utilizzo di una console sensibile ai movimenti può provocare un certo impatto sul ritmo cardiaco, calorie bruciate e consumo di energia di un ragazzo. La permanenza media di un giovane davanti ad un videogame non è poco, perciò è importante promuovere il più possibile un'attività fisica durante questo lasso di tempo. Le console "dinamiche" come Wii possono offrire un mezzo per motivare i giovani meno attivi a fare movimento fisico. Tuttavia spetta ai genitori incoraggiare altre attività all'aperto perché i giovani conducano una vita bilanciate".
 
"I risultati indicano che la tecnologia sensibile al movimento di Wii può simulare esattamente i movimenti reali compiuti durante lo sport, come la boxe e il tennis, che possono, di conseguenza, offrire benefici per la salute se effettuati per un periodo di tempo prolungato. 

Quanto è interessante?
0