Il CEO di SEGA voleva portare tutti i giochi Dreamcast sulla prima Xbox

Il CEO di SEGA voleva portare tutti i giochi Dreamcast sulla prima Xbox
di

Su Reddit è stato diffuso un curioso aneddoto legato al Dreamcast, ultima storica console di casa SEGA: tra la fine del 1999 e la prima metà del 2000 il CEO della casa giapponese, Isao Okawa, cercò di stringere una alleanza con Microsoft con l'obiettivo di portare l'intera libreria Dreamcast su Xbox.

Okawa parlò personalmente con Bill Gates proponendo al fondatore di Microsoft di trasferire su Xbox l'intera raccolta giochi del SEGA Dreamcast, con l'obiettivo di mantenere attiva l'infrastruttura online e permettere ai possessori della console di continuare a giocare con i loro titoli preferiti. Gates non accolse positivamente l'idea e preferì puntare su una lineup di lancio originale e diversificata, che in ogni caso includeva anche giochi targati SEGA, a dimostrazione di come non ci sia mai stato particolare astio tra le due compagnie.

Il rifiuto di Microsoft ad integrare la libreria del Dreamcast su Xbox contribuì, sembra, alla crisi finanziaria della grande S, la quale si vide costretta nei primi mesi del 2001 ad interrompere la produzione della console e spostare il focus sulla sola produzione di software, diventando a tutti gli effetti un publisher terze parti e abbandonando per sempre il mercato hardware.

Da allora, più volte si è parlato di un possibile ritorno di SEGA nel mercato console, negli anni rumor e concept sul Dreamcast 2 si sono diffusi in rete ma la compagnia non ha mai valutato realmente questa opzione, continuando a investire nel business del software fisico e digitale.

Quanto è interessante?
6