Le vendite digitali rappresentano il 74% del mercato dei videogiochi negli USA

di

Quest'oggi, l'Entertainment Software Association (ESA) ha pubblicato il suo rapporto annuale intitolato "Dati essenziali sull'industria del computer e dei videogame", il quale svela la continua crescita del mercato del gaming negli Stati Uniti d'America.

L'industria statunitense dei videogiochi è in continua crescita sin dal 2010, anno nel quale ha fatturato la somma di 17,5 miliardi di dollari. Nel 2016 il numero è cresciuto fino a 24.5 miliardi di dollari, il che dimostra una crescita di poco superiore al miliardo di dollari per anno. In contrasto a quanto riportato troviamo il declino delle vendite del formato fisico, che non incidono sull'industria grazie alla sempre più diffusa digital delivery. L'anno scorso, infatti, le vendite digitali hanno rappresentato in totale 74% del mercato videoludico statunitense, comprendenti di vendite dei videogiochi, servizi in abbonamento, microtransazioni, DLC, giochi social e mobile.

Secondo quanto riportato dall'ESA, nel 2016 l'industria del gaming ha contribuito al PIL degli Stati Uniti con oltre 11.7 miliardi di dollari, fornendo più di 65.000 posti di lavoro in tutto il paese con una media di compenso che si attesta attorno ai 97.000 $. Al giorno d'oggi, gli Stati Uniti d'America vantano 2.322 studi di sviluppo dislocati in 50 stati, e 526 distributori in 44.

Quanto è interessante?
0