di

Nel medesimo keynote che ha mostrato il lato filantropico di Epic Games con l'annuncio del fondo Epic MegaGrants da 100 milioni di dollari, gli spettatori dell'ultima edizione della GDC 2019 hanno potuto assistere alla spettacolare tech demo Rebirth realizzata da Quixel utilizzando l'ultima versione di Unreal Engine 4.

Servendosi degli agili strumenti di sviluppo integrati nei tool e nei middleware del motore grafico di Epic già impiegato da ben 7 milioni di developers in tutto il mondo, i grafici di Quixel hanno provato ad aprire una finestra sulla next-gen plasmando un estraniante scenario futuristico immerso nella nebbia delle distese rocciose dell'entroterra islandese.

Per raggiungere questo livello di dettaglio, il team di Quixel ha sfruttato l'ultimissimo sistema di illuminazione ambientale e volumetrica implementato nell'Unreal Engine 4, per poi ricreare le atmosfere aliene degli altiopiani vulcanici dell'Islanda utilizzando MegaScans, una tecnologia simile a quella adoperata dagli sviluppatori del survival horror Chernobylite per effettuare la scansione tridimensionale di luoghi reali con lo scopo di rendere più "vive" le texture che mappano le superfici a schermo.

Date un'occhiata al filmato che campeggia a inizio articolo e alle immagini esplicative che v'attendono in calce alla news e diteci cosa ne pensate di questa tech demo.

Quanto è interessante?
4
Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4Unreal Engine 4