Esport

Il Ministero dello sport del Kazakistan riconosce ufficialmente l'esport

di

Secondo un rapporto di Tengrinews, il Ministero della Cultura e dello Sport della Repubblica del Kazakistan ha dato pieno riconoscimento alla Qazaq Cybersport Federation, riconoscendo di fatto gli esport come sport tradizionale.

Questo accreditamento ora concede alla federazione il permesso dal governo di stabilire ulteriori eventi esport nel paese asiatico e rappresentarlo negli eventi internazionali.

La federazione è stata creata solo l'anno scorso per portare consapevolezza e una struttura definita agli esport in Kazakistan con un obiettivo importante: perseguire i canali necessari per riconoscere gli esport e contribuire allo sviluppo delle relazioni in Kazakistan.

Ora che è stata ufficialmente riconosciuta dal governo, la federazione cercherà di ospitare eventi internazionali, creerà trasmissioni e programmi e coadiuverà la "formazione di una squadra nazionale per assicurare la sua partecipazione alle competizioni internazionali".

Kuanyshbek Esekeyev, presidente della Federazione di Cybersport di Qazaq e CEO di Kazakhtelecom JSC, ha commentato gli eventi di un recente post su Facebook: "Per il settore IT, l'esport è la chiave del futuro digitale".

La federazione ha già creato diverse sedi in tutto il paese nelle regioni di Astana, Almaty, Kazakistan occidentale, Kazakistan orientale, Kyzylorda, Pavlodar, Zhambyl e Karaganda, con ulteriore espansione futura ancora da stabilire.

Mentre la Federazione Cybersport è stata costituita solo l'anno scorso per spingere un programma per gli sport, il Kazakistan è già un vivaio di stelle esport, con tre giocatori CS: GO nel roster di Gambit Esports.

Vedremo se l'impulso dato dall'ex repubblica sovietica rappresenterà un traino per le regioni confinanti. A sud, ad esempio, con una politica decisa e chiara i regni sauditi stanno puntando fortemente sull'economia digitale e sull'esport imprimendo un'accelerazione senza precedenti in tutta la regione.

Quanto è interessante?
6