Il presidente del Venezuela si scaglia contro Pokemon GO: E' cultura della morte

di

Se in Italia il Codacons chiede il bando di Pokemon GO, in Venezuela le cose non vanno molto meglio: il presidente Nicolás Maduro (successore di Hugo Chávez) si è infatti scagliato contro il gioco, ritenendolo parte di una "cultura della morte" che sta danneggiando la società e in particolare i giovanissimi.

Queste le parole del presidente venezuelano Nicolás Maduro: "Voglio aprire un dibattito sulla cultura che genera realtà virtuali e parallele alla nostra, come Pokemon GO. La realtà virtuale ha un solo obiettivo, quello di uccidere e uccidere ancora, fa parte della cultura della morte creata dal capitalismo. E' una questione molto serie e Pokemon GO dimostra l'influenze che le nuove tecnologie hanno sui più giovani, i quali sono portati verso una cultura delle armi e della morte, in una spirale negativa che genera solo violenza. La dimostrazione è il recente attentato a Monaco di Baviera, ecco come un giovane di 18 anni, sottoposto sin dall'infanzia a una cultura di violenza e alla discriminazione, può diventare un mostro."

Nel frattempo, in Germania il sindaco di Dusseldorf ha fatto di tutto per mettere in sicurezza un ponte molto frequentato dagli allenatori di Pokemon e garantire la loro incolumità, facendo installare anche bagni chimici e chioschi per la rivendita di cibo e bevande.

Quanto è interessante?
0