Il sospettato del caso di Swatting in Kansas rischia fino a 3 anni di carcere

di

Tyler R. Barriss, il venticinquenne sospettato del caso di swatting che ha causato la morte di un uomo in Kansas, rischia fino a 3 anni di carcere e una multa di ben 300 mila dollari. L'accusa è quella di omicidio colposo.

Dopo l'arresto delle scorse settimane, infatti, il giocatore è stato accusato di omicidio colposo, reato a cui si aggiunge un procurato falso allarme e una resistenza a pubblico ufficiale, il tutto per una pena massima di 3 anni e 300 mila dollari di multa. La cauzione, invece, è stata fissata a 500.000 dollari. Dal canto suo, Tyler R. Barriss non è certo nuovo a questo tipo di iniziative, dato che venne già arrestato nell'ottobre del 2015 quando allertò le forze dell'ordine per un falso allarme bomba.

Ricordiamo che Andrew Finch, la povera vittima dell'incidente, era totalmente estraneo alla vicenda, dal momento che le forze dell'ordine sono giunte a casa sua a seguito di un falso allarme. Due giocatori di Call of Duty avevano infatti litigato per una scommessa, con uno di loro che avrebbe deciso di chiamare le forze armate segnalando un falso episodio di violenza domestica nell'abitazione dell'avversario (che a sua volta aveva fornito un indirizzo falso corrispondente, per sfortuna, all'abitazione di Finch).

FONTE: PC Gamer
Quanto è interessante?
5
Il sospettato del caso di Swatting in Kansas rischia fino a 3 anni di carcere