L'industria dei videogiochi contro i fan tossici: 'Siate meglio di così'

L'industria dei videogiochi contro i fan tossici: 'Siate meglio di così'
di

I videogiocatori sanno essere molto passionali quando si tratta del loro hobby preferito, arrivando talvolta al punto da non porsi più alcun freno e degenerare in commenti e comportamenti sopra le righe, facilmente definibili come "tossici".

Non avviene soltanto nelle partite multiplayer online, ma anche all'interno delle stesse community incentrate su specifici giochi, serie o anche studi di sviluppo. In tal senso gli ultimi giorni non sono stati facili per alcuni talentuosi autori. Ron Gilbert ha chiuso le comunicazioni su Return to Monkey Island in seguito ai ripetuti attacchi personali ricevuti da alcuni giocatori dopo il controverso trailer del Nintendo Direct Mini, il cui stile grafico ha letteralmente diviso la fanbase.

Non se la passa meglio Santa Monica Studios: Cory Barlog è andato su tutte le furie dopo aver saputo della strana tecnica dei fan per scoprire la data di God of War Ragnarok, ossia mandare foto delle proprie parti intime a una dipendente della compagnia. La situazione è letteralmente degenerata attorno a questi progetti, al punto che alcuni nomi dell'industria videoludica hanno fatto sentire la propria voce nel tentativo di rimettere in riga i "fan" scorretti.

Da Neil Druckmann di Naughty Dog ad Alex Mann di Electronic Arts, passando anche per Dominic Armato, doppiatore di Guybrush Threepwood in Return to Monkey Island, hanno difeso i colleghi e sottolineato quanto questo tipo di atteggiamenti siano solo dannosi e controproducenti. "Per una community che difendere ferocemente il medium videoludico come una forma d'arte, c'è un numero tristemente elevato di persone che fanno del loro peggio per trattarlo come una mera merce", tuona Armato.

Molto breve ma diretto il messaggio di Parris, co-host di Gamertag Radio: "Finitela di molestare gli sviluppatori. Quanto ho visto negli ultimi giorni è semplicemente terribile. Siate meglio di così". La speranza è che l'utenza riceva forte e chiaro le parole di autori e talenti, evitando che la propria passione si trasformi in un qualcosa di dannoso e malsano. Tossico, appunto.

Quanto è interessante?
8