Esport

Intel World Open: dopo le Olimpiadi rimandato al 2021 anche l'evento esport

Intel World Open: dopo le Olimpiadi rimandato al 2021 anche l'evento esport
di

Così come accaduto per lo sport tradizionale, anche l'esport sta facendo i conti con la pandemia di coronavirus. L'ultimo dei grandi eventi a capitolare è l'Intel World Open, rinviato ufficialmente nel 2021.

Come vi abbiamo già raccontato, a latere delle Olimpiadi estive di Tokyo 2020 si sarebbe dovuto disputare un evento esport decisamente importante tanto per la pura competizione, quanto per la grande valenza che lo stretto legame con i Giochi avrebbe significato.

Ora che le Olimpiadi sono state rinviate al prossimo anno, era solo questione di tempo prima che anche l'Intel World Open subisse la stessa sorte. Il comitato organizzatore di Intel ha pubblicato l'annuncio: "A causa della situazione globale in evoluzione legata al COVID-19 e al rinvio dei Giochi olimpici, l'Intel World Open e le previste qualificazioni online del 2 maggio sono state rinviate al prossimo anno".

Sebbene fossimo entusiasti di ospitare i migliori giocatori di Street Fighter 5 e Rocket League, dobbiamo prima concentrarci sulla salute e sulla sicurezza della community."

Il torneo di Street Fighter V: Champion Edition sarebbe stata la portata principale dell'evento. Il montepremi di 500.000 Dollari in palio sarebbe dovuto esser suddiviso equamente tra i campioni di SFV e Rocket League.

Il rinvio attiene all'evento live; quindi le qualificazioni dal vivo e la finale di Tokyo dovrebbero esser di conseguenza spostate nello stesso periodo delle Olimpiadi, il prossimo anno mentre, per quanto riguarda i qualifier online, in teoria la schedule dovrebbe esser rivista per garantire comunque lo svolgimento nei prossimi mesi.

Quanto è interessante?
1