Apple WWDC 2019: da iOS 13 al Mac Pro, tutte le novità presentate

Apple WWDC 2019: da iOS 13 al Mac Pro, tutte le novità presentate
di

Si è tenuto nella giornata di ieri, dal San Jose McEnery Convention Center di San Jose, il keynote d'apertura della venticinquesima edizione della WWDC, l'annuale conferenza per gli sviluppatori nel corso del quale Apple ha confermato le novità software per il prossimo anno.

Ad essere interessati sono stati tutti i sistemi operativi, a partire da tvOS 13, a cui è stata completamente rivista l'interfaccia grafica ed implementato il supporto multi-utente. Novità anche per Apple Arcade, che ora supporta i controller di PlayStation 4 ed Xbox One.

Presentato anche il nuovo watchOS 6, il sistema operativo per dispositivi indossabili che guarda sempre più alla salute ed al fitness. Oltre alle nuove Watch Faces, che consentiranno di modificare l'aspetto del quadrante, sono state aggiunte applicazioni che renderanno gli Apple Watch compatibili ancora più indipendenti dall'iPhone. Tra le novità figurano l'app per gli audiolibri, quella per i podcast e la calcolatrice.

Sempre sul fronte applicazioni Apple ha confermato i rumor emersi in passato ed ha annunciato l'arrivo dell'App Store dedicato direttamente su Apple Watch, che consentirà di scaricare ed installare le app direttamente dal polso, senza dover passare dall'iPhone.

Annunciato anche iOS 13, il nuovo sistema operativo per iPhone che fa della sicurezza il suo punto forte. Davvero tante le novità da questo fronte, tra cui l'arrivo dell'attesa modalità scura, che era stata a lungo richiesta dagli utenti. Anche in questo caso, supporto molto ampio: saranno davvero tanti i dispositivi su cui potrà essere installato.

Tra le novità più apprezzate figura senza dubbio iPadOs, il nuovo sistema operativo basato su iOS e progettato appositamente per gli iPad, che rende ancora più produttivo il tablet Apple. Grazie al supporto alle memorie USB esterne e a una serie di funzioni che faciliteranno in maniera importante la stesura di documenti e l'accesso ai file, l'OS avvicina ulteriormente iPad ai MacBook, con tanto di supporto al mouse. Piacevoli sorprese anche dalla lista degli iPad compatibili.

In arrivo anche un aggiornamento per macOS. Apple dà il benvenuto a Catalina, anch'esso in fase di lancio entro fine anno. Poche ma significative le novità da questo fronte: confermato l'addio ad iTunes (che comunque resterà attivo su Windows), pronto a dividersi in tre con delle applicazioni standalone che consentiranno di gestire più facilmente i contenuti da sincronizzare sui vari dispositivi. Arrivano anche le applicazioni universali da iPad, grazie a Project Catalyst, che faciliterà in maniera importante il compito per gli sviluppatori.

L'unico hardware presentato è il nuovo Mac Pro modulare, un mostro di potenza rivolto principalmente agli studi cinematografici per l'editing in 8K, che nella configurazione ultratop può arrivare a costare 50.000 Dollari.

Quanto è interessante?
6