di

Qualche giorno fa in un Direct, Nintendo ha svelato l'expansion pass di Pokémon Spada e Scudo, dei DLC che permetteranno l'esplorazione di nuove regioni di Galar, chiamate Isola Solitaria dell'Armatura e Terre Innevate della Corona, che usciranno nel corso del 2020.

La cosa ha un po' indispettito i fan dei Pokémon, molti dei quali per la verità non hanno mai visto di buon occhio l'ultimo capitolo della serie, Spada e Scudo che, nonostante il successo, ha avuto un lancio funestato da diverse polemiche, che ora con l'arrivo dei nuovi DLC probabilmente non tarderanno a riaprirsi (a proposito, qui trovate la nostra recensione di Pokémon Spada e Scudo).

Ne ha parlato il giornalista Jim Sterling durante un video (che potete vedere in cima alla news), in cui sostanzialmente ha ipotizzato che il lancio dei DLC di Pokémon Spada e Scudo può rappresentare per alcuni un'ostacolo e per altri un sollievo, perché preferiscono vedere arrivare dei DLC piuttosto che un nuovo gioco più o meno uguale, come da tradizione per la serie.

Il problema per Sterling però, è che queste polemiche sono quantomeno tardive. Secondo il giornalista, il modello di business dei Pokémon è sempre stato "viscido", per cui chi ha iniziato a lamentarsi adesso probabilmente è perché ha chiuso un occhio qualche volta in passato.

Che ne pensate delle sue parole?

Quanto è interessante?
6