di

Con una mossa destinata a far discutere, i vertici di Kickstarter decidono di bloccare la campagna di raccolta fondi di Killerwhale Games per finanziare il progetto di RAW, un ambizioso action multiplayer ispirato a GTA Online e a titoli free roaming come Rust.

Come ricostruito dai colleghi di Gamasutra, dietro a questa scelta c'è la volontà, da parte dei gestori di uno dei più importanti siti di crowdfunding del pianeta, di tutelare gli interessi dei consumatori e di chi ha deciso di partecipare alla campagna di RAW.

L'accusa mossa dai vertici di Kickstarter al team di Killerwhale è infatti quella di aver costruito ad arte una campagna di raccolta fondi con obiettivi irrealizzabili per il target prefissato dagli sviluppatori indipendenti: gli stessi autori di RAW, d'altro canto, hanno lanciato il crowdfunding di RAW spiegando in maniera esplicita che non avrebbero potuto realizzare il proprio sogno se la somma di denaro affidatagli dai propri baker non fosse stata ritenuta "adeguata".

Di tutte le funzionalità ingame e le modalità ammirate nel video di presentazione di RAW, di conseguenza, solo una frazione di esse sarebbe stata disponibile nel gioco finale, specie se la campagna di raccolta fondi non avesse riscosso il successo sperato da Killerwhale.

Le alte sfere di Kickstarter hanno preferito non commentare la vicenda, limitandosi a ricordare agli sviluppatori di RAW che le linee guida del sito impongono a chi propone i propri progetti di esporli in maniera chiara e veritiera, ossia senza fare promesse troppo avventate a chi ne è interessato. Di recente, un altro videogioco proposto su Kickstarter, Shenmue 3, è finito nell'occhio del ciclone a causa del suo passaggio in esclusiva su Epic Games Store e dell'impossibilità, per i baker, di ottenere il Season Pass e i bonus pre-order.

FONTE: Gamasutra
Quanto è interessante?
7