Kill La Kill IF The Game: Video Recensione dell'arena fighter in 4K e 60fps

di

Il compito di Kill la Kill IF, tratto dall'eccentrico anime di Trigger, non era affatto semplice: tradurre in formato videoludico la follia ed il gusto per l’eccesso della serie animata. I ragazzi del team A+ Games, sotto la supervisione di Arc System Works, ci sono tuttavia riusciti, consegnandoci un arena fighter solido e rifinito.

La Modalità Storia offerta da Kill la Kill IF, scritta dallo sceneggiatore dell'anime in persona - Kazui Nakashima - recupera interamente l'immaginario della serie animata. Per la precisione, la storia narrata nel gioco prende il via dall'episodio 8, anche se dopo un breve riassunto prende una piega diversa raccontando avvenimenti alternativi, vissuti dapprima dalla prospettiva di Satsuki e in seguito da quella di Ryuko. La Modalità Storia rappresenta uno dei pilastri principali dell'offerta ludica di Kill la Kill IF, poiché permette ai giocatori di sperimentare tutte le varianti di gameplay, dai combattimenti 1vs1 alle sfide di sopravvivenza, passando per le mischie 4vs1, tutte selezionabili anche nel menu principale.

L'unico importante problema di Kill la Kill IF risiede nella povertà dei contenuti: ci sono solamente 8 personaggi e 6 arene, un quantitativo piuttosto esiguo. Il team, per fortuna, ha promesso la pubblicazione di una serie di DLC gratuiti che andranno ad ampliare l'offerta. Se volete saperne ancora di più sul picchiaduro di A+ Games, vi consigliamo di guardare la Video Recensione in apertura di notizia e di leggere l'approfondita recensione di Kill la Kill IF: The Game a cura del nostro Giuseppe Arace.

Quanto è interessante?
3