di

Sembra che Microsoft stia pensando di dare un sequel al reboot di Killer Instinct, tuttavia al momento ci sono alcune difficoltà da superare prima di dare il via libera allo sviluppo di un nuovo gioco della serie, almeno stando a quanto riportato da Jez Corden durante il podcast Xbox Two.

La casa di Redmond vorrebbe un picchiaduro first party nella lineup Xbox Series X/S, il genere è molto popolare e un picchiaduro di successo può generare denaro anche grazie al circuito degli eSports e delle competizioni online, un mercato in continua espansione e che Microsoft vorrebbe provare ad esplorare con maggior costanza.

Da qui l'idea di un nuovo Killer Instinct, tuttavia al momento non sembrano esserci team disposti ad occuparsi del progetto. Il reboot di Killer Instinct uscito nel 2013 è stato sviluppato da Double Helix, il team è stato poi acquisito da Amazon e i lavori sono passati nelle mani di Iron Galaxy ora impegnata in un nuovo progetto segreto non ancora annunciato.

I team interni non sembrano avere la preparazione adeguata per sviluppare un picchiaduro mentre gli studi esterni specializzati nel genere sono davvero pochi e ancora meno sono le società libere da vincoli contrattuali con grandi publisher. Una ipotesi potrebbe essere la creazione di un nuovo studio interno dedicato allo sviluppo di picchiaduro, operazione che richiederebbe però molto tempo e risorse.

Al momento dunque tutto tace ma Jez Corden on ha dubbi: Killer Instinct tornerà in vita nel prossimo futuro, anche se probabilmente serviranno anni prima di vedere qualcosa di concreto.

Quanto è interessante?
4