Kingdom Come Deliverance Guida: come sbloccare il trofeo/obiettivo Misericordioso

di

Nel leggere i requisiti per l’ottenimento del trofeo/obiettivo Misericordioso, in molti potrebbero aver pensato che l’impresa di terminare il gioco senza uccidere nessuno (eccezion fatta per Runt) fosse impossibile. Per quanto questa ricompensa presenti una sfida di tutto rispetto, tuttavia, basterà attenersi ad alcuni consigli: vediamo quali.

Similmente ad altri trofei, i quali requisiti richiedono di limitare il proprio stile di gioco ed evitare determinate azioni (si pensi anche al trofeo/obiettivo Illibato), consigliamo di non puntare all’ottenimento di Misericordioso nel corso della vostra prima run. Le meccaniche di combattimento sono del resto parte integrante dell’esperienza di gioco di Kingdom Come Deliverance, e non sperimentarle a dovere nel corso del primo playhtrough potrebbe precludervi un’esperienza ottimale.

Passiamo dunque ad elencare i principali consigli da tenere a mente qualora decidessimo di terminare (per la prima volta o meno) il gioco senza uccidere nessuno, se non, ovviamente, il destinatario della nostra vendetta: il capitano dei banditi, Runt.

Solo la quest principale!
Il primo fattore da tenere a mente, che rende il trofeo di gran lunga meno spaventoso, è il fatto che la regola del “niente uccisioni” valga unicamente per le missioni principali. Ciò significa che portare a termine una quest secondaria che vi richiede di uccidere qualcuno non vi precluderà l’ottenimento del trofeo. Ricordate, tuttavia, di verificare sempre quale sia la quest attualmente attiva onde evitare brutte sorprese.

I dialoghi sono la chiave
Kingdom Come Deliverance vi offrirà sempre una via alternativa alla battaglia: ciò di cui dovete assicurarvi, tuttavia, sarà avere le giuste caratteristiche per intraprendere tale via.

Ancor prima di approcciarvi ad incontri che potrebbero, potenzialmente, trasformarsi in scontri armati, tentate sempre la via dello stealth. Cercate di evitare i nemici e, qualora vi si presentasse una situazione in cui dovete entrare in un edificio o salvare un NPC, cercate di non farvi vedere.

Dovesse mettersi male, aggrappatevi allo strumento più importante in una run simile: il dialogo. In questo senso, consigliamo di concentrare i propri sforzi sul rendere l’Henry di questa specifica run un oratore coi controfiocchi. Come metodo generale di riferimento, ricordate sempre che il risultato di un dialogo saranno sempre determinati da numerosi fattori, quali il parametro relativo all’opzione scelta, i parametri dell’interlocutore (non tutti saranno persuadibili o corruttibili allo stesso modo), l’attitudine dell’interlocutore stesso nei confronti di Henry e le circostanze in cui è stato avviato il dialogo.

Evitate tutte le battaglie che potete
Per quanto tale consiglio possa sembrare scontato, ci teniamo a sottolinearlo: se scoppia una battaglia, giratevi dall’altra parte e scappate! Ancor meglio se a cavallo. Non puntate troppo sulla fortuna, sperare che il vostro nemico si arrenda dopo un paio di colpi ben assestati potrebbe risultare in sorprese spiacevoli; alcuni nemici, in particolare, potrebbero lasciarci le penne anche dopo un paio di colpi ben assestati.

Detto questo, è bene sottolineare che no: partecipare ad una battaglia non vi precluderà, di per sé, l’ottenimento del trofeo: basterà non uccidere nessuno, e sperare (ma lo ripetiamo, il gioco non vale la candela) che il vostro nemico si arrenda.

Simile discorso vale per gli allenamenti di spada: vincere una battaglia di questo genere non influirà sul trofeo, in quanto i nemici sconfitti non moriranno mai (nemmeno se state utilizzando una spada vera).

Le battaglie obbligatorie
Purtroppo, determinate battaglie vitali per il proseguimento della storia non saranno evitabili. Parliamo delle "grandi" battaglie, per le quali sarà necessario eseguire ricognizioni e sabotaggi. Siccome non potrete, neanche nel corso di queste battaglie, uccidere nessuno, cercate di svolgere al meglio le operazioni di ricognizione e sabotaggio: le possibilità di vincere la battaglia saliranno considerevolmente, fatto che ci renderà più semplice e agevole trovarsi un luogo sicuro in cui aspettare che la schermaglia finisca senza il nostro intervento.

Nulla è perduto!
Fortunatamente, il sistema di salvataggio di Kingdom Come non è spietato come quelli di altri action RPG. Se avete ucciso qualcuno per sbaglio, potete sempre ricaricare: basterà tenere a mente i criteri elencati in questa guida per riconoscere quali azioni fossero consentite e quali no.

In questo senso, un’ultima nota: gli animali possono comodamente essere uccisi.

Quanto è interessante?
1