Kingdom Come Deliverance: il team parla del supporto alle Mod e di un eventuale sequel

Kingdom Come Deliverance: il team parla del supporto alle Mod e di un eventuale sequel
di

Kingdom Come: Deliverance, GDR nato grazie al supporto offerto dal pubblico tramite Kickstarter, è approdato sul mercato videoludico nel corso del 2018.

Tra i volti che si celano dietro il completamento del progetto troviamo Tobias Stolz-Zwilling, recentemente intervistato dal portale GamePressure. Nel corso di una lunga e corposa chiacchierata, lo sviluppatore ha discusso di diverse tematiche, tra cui la futura introduzione del supporto alle Mod per il gioco. Il team sta attualmente lavorando sul progetto, definendo la miglior soluzione possibile per renderlo disponibile. Per ora, è sicuro che il supporto alle Mod arriverà per la versione PC del gioco, mentre l'arrivo su console è ad ora ancora piuttosto incerto.

Nel corso dell'intervista, spazio anche per alcune considerazioni su di un eventuale sequel. In merito ad un ipotetico Kingdom Come Deliverance 2, Tobias Stolz-Zwilling ha dichiarato che il team non cambierebbe l'engine utilizzato per lo sviluppo del primo capitolo, ovvero il CryEngine. "Abbiamo fatto così tanto con l'engine che temiamo che cambiarlo significherebbe ricominciare dall'inizio", ha affermato, sottolineando che "Non era mai stato utilizzato per alcun RPG prima che lo facessimo noi".

Al febbraio di quest'anno il GDR vantava oltre due milioni di copie vendute. Recentemente, Microsoft ha aggiunto Kingdome Come Deliverance ad Xbox Game Pass, rendendolo disponibile agli utenti abbonati al servizio.

Quanto è interessante?
8