Kingdom Hearts 3: il cambio di motore figura tra le principali cause del ritardo

Kingdom Hearts 3: il cambio di motore figura tra le principali cause del ritardo
di

Abbiamo dovuto attendere più di 13 anni, ma alla fine Kingdom Hearts 3 ce l'ha fatta. A fine mese, il titolo di Square Enix arriverà sugli scaffali di tutto il mondo in versione PS4 e Xbox One. Lo sviluppo del gioco, come potete facilmente intuire, è stato molto difficoltoso, e Tai Yasue ha avuto modo di parlarne in una recente intervista.

Il co-director ha accomunato la lavorazione di Kingdom Hearts 3 a delle vere e proprie montagne russe, "con numerose salite, discese e svolte improvvise". Stando alle sue parole, tra le cause principali di tutte queste tribolazioni, e di conseguenza dell'enorme ritardo accumulato durante lo sviluppo, figura il cambio di motore grafico.

Inizialmente, alla base del progetto Kingdom Hearts 3 figurava il Luminous Studio, engine proprietario che muove anche Final Fantasy XV. Nel 2014, tuttavia, i vertici della compagnia optarono per un cambio radicale, passando all'Unreal Engine 4 di Epic Games. A tal proposito, Yasue ha dichiarato: "Il cambio di motore è stato una delle cause principali del ritardo è stato il cambio di motore. Quello attuale [l'Unreal Engine 4], è fantastico per sviluppare titoli AAA di fascia alta, ma il team ha impiegato diverso tempo per adattarsi al cambio della tecnologia e del flusso di lavoro".

Ne sarà valsa la pena? A giudicare da quanto abbiamo avuto modo di provare, sembrerebbe di sì, ma la risposta definitiva l'avremo solamente il 29 gennaio, quando Kingdom Hearts 3 verrà lanciato su PlayStation 4 e Xbox One. Grazie al co-director, abbiamo appreso anche che non ci sono altri mondi Disney da scoprire: tutti quelli presenti nel gioco sono stati già mostrati durante la campagna marketing degli ultimi mesi.

Quanto è interessante?
8