Kojima e le difficoltà post-Konami: la famiglia non voleva che aprisse uno studio

Kojima e le difficoltà post-Konami: la famiglia non voleva che aprisse uno studio
di

La separazione di Hideo Kojima da Konami è stata trattata in lungo e in largo dai media del settore e non solo, all'epoca. Il leggendario game designer giapponese aveva lavorato per circa trent'anni, contribuendo a creare successi incredibili come quello di Metal Gear Solid, forse la più grande hit dello studio.

Niente dura per sempre però, e dopo l'addio alla software house per i motivi che ben conosciamo, l'autore ha attraversato un periodo difficile. Certo le offerte non mancavano, e c'erano anche alcune speculazioni secondo cui avrebbe potuto tentare l'ingresso nel mondo del cinema come regista. Del resto Kojima ha sempre voluto diventare un regista, come dichiarato ancora qualche giorno fa.

Ma quando poi decise di aprire un suo studio, non tutto è andato per il verso giusto all'inizio. Per la sua famiglia infatti, la cosa avrebbe rappresentato un grosso rischio e un investimento di denaro molto importante, anche perché all'inizio sembra che le banche abbiano rifiutato la sua richiesta di un prestito proprio per fondare Kojima Productions.

Alla fine per fortuna tutto si è risolto, ed ora lo studio è pronto per lanciare sul mercato il primo videogame, quel Death Stranding che tutti stiamo aspettando. Cosa vi attendete dall'ultimo lavoro di Hideo Kojima? Ne sarà valsa la pena tutta questa attesa?

FONTE: Game Ranx
Quanto è interessante?
10