Kojima Productions e la guerra in Ucraina: l'azienda supporterà i rifugiati in Giappone

Kojima Productions e la guerra in Ucraina: l'azienda supporterà i rifugiati in Giappone
di

Con lo spettro di una lunga guerra di logoramento che aleggia sul conflitto innescato dall'invasione russa in Ucraina, i vertici di Kojima Productions annunciano di voler supportare attivamente gli sforzi profusi dai servizi di immigrazione giapponesi attualmente impegnati nell'accoglienza ai rifugiati ucraini.

Il team di sviluppo fondato e diretto da Hideo Kojima ribadisce il concetto spiegando, con un doppio post condiviso sui social dai propri profili in lingua giapponese e inglese, che "Kojima Productions fornirà pieno supporto a tutti coloro che sono stati evacuati dall'Ucraina e che cercano rifugio in Giappone".

Nel messaggio viene condiviso anche il link dell'agenzia governativa che si sta impegnando, di concerto con l'ufficio immigrazione nipponico, a supportare attivamente tutti i residenti in Ucraina che stanno cercando rifugio (temporaneamente o meno) in Giappone. Sempre nel post social di Kojima Productions trova spazio anche un'immagine che immortala la mascotte della compagnia, Ludens, con il dettaglio del simbolo della pace impresso sulla sua armatura. L'impegno di Kojima Productions a supporto del popolo ucraino va così ad unirsi alle tante iniziative che l'industria videoludica sta portando avanti su più livelli per sostenere l'Ucraina e i suoi cittadini.

Per un ulteriore approfondimento sulle implicazioni dell'invasione russa sulle attività svolte dalle software house ucraine, sui loro sviluppatori e sulle rispettive famiglie, vi invitiamo a leggere il nostro ultimo speciale a firma di Giulia Martino sui videogiochi in Ucraina, con storie di guerra tenacia e dignità.

Quanto è interessante?
4