L'autore degli attacchi DDoS a Sony e Microsoft condannato a 2 anni di prigione

di

Vi ricordate di Adam Mund, il giovane hacker dietro i massicci attacchi DDoS che hanno mandato offline il Playstation Network e Xbox Live? Il ragazzo è stato condannato a scontare due anni di reclusione in un carcere minorile.

Non solo Xbox Live e Playstation Network: nel mirino di Adam Mund sono caduti anche altri servizi online come TeamSpeak e i server di Minecraft, vittime di ripetuti attacchi DDoS che ne hanno impedito il corretto funzionamento per diversi giorni. Come se non bastasse, il giovane ha hackerato RuneScape procurando un danno di 184 mila dollari, per non parlare degli attacchi informatici rivolti ai server del suo College. In sua difesa, Mund sostiene di essersi comportato in questo modo a causa degli episodi di bullismo ricevuti ai tempi della scuola, ma questo non è bastato ad evitare la condanna a due anni di reclusione in un carcere minorile.

Quanto è interessante?
0