Adesso online
Giochiamo in diretta con i due nuovi DLC di Resident Evil 7.

L'Iran lancia una serie di giochi anti-Israele

di

Il braccio di studenti del Basij, la milizia di volontari paramilitari iraniani, ha creato e diffuso un paio di giochi che si concentrano sui crimini del "regime sionista di Israele" (come viene definito dai paramilitari). Il primo è chiamato Assault on Freedom Convoy, e racconta dal raid israeliano del 31 maggio contro la Freedom Flotilla, una nave destinata a trasportare aiuti per la popolazione della Striscia di Gaza. Secondo quanto riporta il Times of India, il gioco è stato descritto dal Basij come il modo migliore per far «luce sui crimini del regime sionista durante l'attacco alla Flotilla».

Il secondo titolo è invece chiamato Devil Den 2, ma non sono state fornite descrizioni al riguardo. Il capo dell'organizzazione studentesca del Basij, Mohammed Raza Jokar, spiega che il mercato dei videogiochi può essere sfruttato anche come strumento politico, «Le giovani generazioni devono saperne di più sul regime sionista e dato che i videogiochi godono di tanti appassionati, abbiamo presentato questi durante il Quds Day».

Il Quds Day, per chi non lo sapesse, è una giornata annuale di protesta, fissata all'ultimo venerdì del Ramadan, contro il governo Israeliano e il suo controllo nei confronti della città di Gerusalemme. Siamo sicuri, non mancheranno le polemiche.