Le prime azioni legali di Sony contro l'hacking della PlayStaton 3

di

Sony ha iniziato la sua battaglia legale contro i responsabili dell'hacking della PlayStation 3, che negli ultimi giorni ha visto fiorire custom firmware, emulatori ed anche la possibilità di far girare copie illegali di software sulla console. Tutto è iniziato quando il team di hacker fail0verflow ha diffuso in rete la private key della console, una serie di dati che permettono di autorizzare l'istallazione di qualsiasi software sulla console; in seguito George Francis Hotz, dai più conosciuto con lo pseudonimo GeoHot, ha creato il primo custom firmware per la PS3.
Oggi Sony ha avviato il procedimento legale, depositando denuncia all'autorità competenti americane: la compagnia richiede, a causa dell'infrazione del Digital Millennium Copyright Act , l'eliminazione di tutti i dati sensibili dai siti di Geo Hot e fail0verflow, ed il sequestro delle apparecchiature informatiche utilizzate per effettuare l'hacking della console.


Quanto è interessante?
0