Esport

League of Legends: nel 2021 la LCK passerà al format franchising

League of Legends: nel 2021 la LCK passerà al format franchising
di

Riot ha ufficialmente annunciato che la LCK passerà a un sistema di franchising nella stagione 2021. Dopo il periodo turbolento appena vissuto a causa del Coronavirus, insomma, il campionato prosegue spedito e già di fanno programmi per il futuro.

"Nel 2021, prevediamo di implementare il modello anche nella LCK, per creare un ambiente in cui tifosi, giocatori e squadre possano stabilire una relazione a lungo termine", ha scritto Riot. "Con questo cambiamento, intendiamo rafforzare l'expertise nella LCK e, in definitiva, creare un'esperienza più soddisfacente per tutti i partecipanti al campionato".

Riot Korea ha annunciato la transizione della LCK a un sistema in franchising con un sito Web dedicato che illustra in dettaglio i suoi piani per la lega competitiva e stabilisce il processo di richiesta che le organizzazioni interessate dovranno soddisfare per entrare nella nuova lega.

I team dovranno presentare una domanda prima del 19 giugno e sottoporsi a un processo di revisione formale, che avrà luogo dal 19 giugno ad agosto. Riot annuncerà la sua selezione finale di squadre partner solo a settembre.

Le organizzazioni partner riceveranno una parte delle entrate della lega coreana, inclusi accordi con i media, sponsorizzazioni e vendite del mechandise.

Inoltre, Riot introdurrà uno stipendio minimo per tutti i giocatori di circa 49.000 Dollari all'anno, per rafforzare la stabilità della carriera. Le organizzazioni che riusciranno a entrare nel pantheon competitivo, inoltre, non dovranno più preoccuparsi della retrocessione, visto che il campionato sarà chiuso.

La LCK è l'ultima grande regione appartenente al mondo competitivo di League of Legends a concludere il passaggio al modello in franchising, dopo LCS, LPL e LEC, che ha visto il debutto del nuovo modello solamente nel 2019.

Quanto è interessante?
1