Esport

League of Legends Cina, scandalo match-fixing: super squalifica per Condi

League of Legends Cina, scandalo match-fixing: super squalifica per Condi
di

Una giornata triste per l’LPL, il campionato cinese di League of Legends, la cui direzione disciplinare in poche ore ha dovuto comminare una serie di squalifiche per preservare l’integrità della scena competitiva di Pechino.

Uno scandalo che travolge nuovamente la scena cinese, dopo quello che ha sconquassato la LDL ad aprile, lega minore del paese asiatico.

Tutto è iniziato con la confessione di Xiang “Condi” Ren-Jie, giocatore salito agli onori della cronaca nel 2017 per la semifinale raggiunta con il Team WE ai mondiali di LoL, sconfitti poi dai Samsung Galaxy futuri vincitori del torneo.

Il jungler attualmente in forza agli LGD ha ammesso di aver effettuato una scommessa sulla vittoria del proprio team in occasione del NEST Tournament, competizione annuale cinese che mette in palio, oltre al montepremi, anche la qualificazione alla Demacia Cup, una sorta di Coppa di Cina seconda per importanza solo alla massima serie dell’LPL.

Nonostante non abbia scommesso contro la propria squadra, né cercato appositamente di perdere, secondo la direzione discpilinare è un comportamento che rientra nella sfera del match-fixing, ovvero di decidere preventivamente l’esito di un incontro, e pertanto vietato e da sanzionare. Condi ha ricevuto una stangata non indifferente: squalifica di 18 mesi, in pratica un allontanamento dalle competizioni fino al 12 dicembre 2020.

Non è stato tuttavia l’unico della squadra a subire sanzioni. Lo stesso Condi ha infatti puntato il dito anche contro il proprio staff, in particolare Song “Hesitate” Zi-Yang: una volta scoperto quanto fatto da Condi, il team manager lo avrebbe minacciato di rivelare tutto all’LPL se non avesse collaborato nella combine di alcuni game.

Un’accusa che ha trovato la conferma nelle investigazioni della direzione disciplinare che ha comminato una squalifica a vita per il manager e temporanee per altri membri del team: il giocatore dell’academy Fu “Fdy” Ding-Yuan e il coach Tang “1ntruder” Sheng, entrambi sanzionati per 10 mesi fino al 18 aprile 2020.

Per Condi, che negli LGD non è mai riuscito a mettersi in mostra, si tratta probabilmente della fine della sua carriera su League of Legends. Il team ha immediatamente rescisso il contratto con il proprio jungler ma, ancor più che la perdita del suo posto in squadra, a preoccuparlo è la perdita totale di reputazione: uno smacco che si porterà dietro per tutta la vita oltre i lunghi tempi della squalifica disciplinare.

Quanto è interessante?
1