di

La divisione coreana di Riot Games ha in programma di produrre un reality show che metterà l'uno contro l'altro i migliori giocatori non professionisti di League of Legends della nazione asiatica.

In palio ci sarà la possibilità di vincere non solo un premio in denaro ma anche l'opportunità di guadagnarsi il proverbiale posto al sole tra i professionisti.

Il reality show (o, meglio, il talent show) si chiama “LoL THE NEXT” e il format dovrebbe ricalcare i tradizionali programmi dedicati ai talenti emergenti della sempre competitiva società coreana. Da una selezione iniziale di cento giocatori, classificati in ranked Diamond o superiori, il programma sottoporrà ogni giocatore a un rigoroso processo di selezione. Quest'ultimo eliminerà i partecipanti a intervalli regolari fino a quando rimarranno solo dieci concorrenti.

LoL THE NEXT sarà composto da sette episodi. I primi sei episodi riguarderanno la selezione degli ultimi cinque membri per ciascuna squadra.

Gli ultimi dieci giocatori rimasti saranno divisi in due squadre, seguite da quattro professionisti della lega professionistica nazionale. Una squadra sarà allenata dal duo Wolf (giocatore dei T1) e PawN (player ritiratosi recentemente), mentre la seconda squadra sarà allenata da PraY (ritiratosi anche lui dopo una fugace avventura nei KT Rolster) e MaRin (in pensione anche quest'ultimo dopo una buona carriera divisa tra SK Telecom e Afreeca Freecs).

Una super finale avrà luogo durante l'ultimo episodio tra le due squadre, al LoL Park, sede della LCK. Per la squadra vittoriosa, agli ultimi cinque giocatori verrà data una "opportunità speciale", oltre a una parte del prize pool che corrisponde a circa 41.770 Euro.

La prima puntata sarà trasmessa tra pochissimi giorni, il 2 agosto. Se siete interessati a questo nuovo esperimento esportivo il reality verrà trasmesso in streaming sui canali YouTube e Twitch ufficiali della LCK.

La scena esport del MOBA più famoso al mondo, insomma, continua in un modo o nell'altro a far parlare di sé ed è un bene per tutto il settore. L'ultima discussione riguarda la possibilità di disputare i Worlds in una "bolla", con le squadre isolate dal mondo come accadrà tra qualche giorno nell'NBA.

Ad ogni modo, se volete conoscere di più su League of Legends, peraltro, potete fare un salto su Netflix. Sulla piattaforma troverete un episodio di 7 Days Out che segue le finali dello Spring Split nordamericano del 2018 e il documentario Origins.

Quanto è interessante?
1
League of Legends: in Corea è in arrivo un reality show dedicato ai talenti emergenti