Esport

League of Legends: gli InFerno eSports confluiscono nei Samsung Morning Stars

League of Legends: gli InFerno eSports confluiscono nei Samsung Morning Stars
di

I Samsung Morning Stars continuano la loro “espansione” mettendo a segno importanti colpi di mercato e partnership di valore.

Abbiamo già ricordato più volte la rivoluzione del roster di Overwatch, che ha portato i Samsung Morning Stars a disputare la loro prima stagione nei Contenders, dove hanno ottimamente figurato volando ai playoff che inizieranno tra qualche giorno.

Team Gigantti, Young & Beautiful, HSL Esports, i Bazooka Puppiez e i Winstrike sono tutti i team caduti, uno dopo l'altro, ai piedi dei dominatori di Bergamo. Insomma, i Morning Stars si sono presi di prepotenza la prima posizione in classifica e non l'hanno più mollata. Unici in Europa a non aver mai subito alcuna sconfitta.

Non dobbiamo però dimenticare che nell'organizzazione bergamasca ci sono anche altri team, attivi su diversi titoli.

È notizia recentissima, infatti, che il team attivo su Hearthstone è tornato a tre elementi dopo l’uscita del campione del mondo del formato Wild, Alb987. A fianco di Meliador e Leta ora troviamo un giocatore di caratura internazionale: il tedesco Bunnyhoppor.

Qualche ora fa l’organizzazione bergamasca ha sganciato l’ennesima bomba di mercato: dopo i team di Overwatch, Hearthstone, Assetto Corsa e Fortnite, i Morning Stars debutteranno su League of Legends grazie all’ingresso degli InFerno eSports.

Una partnership che porta l’organizzazione nero-arancione (attiva da oltre dieci anni) a cambiare colori e a indossare quelli dei Morning Stars. Il battesimo del fuoco della nuova squadra avverrà ai prossimi PG Nats.

Quanto è interessante?
1