Esport

League of Legends LEC: la stagione competitiva europea partirà da remoto

League of Legends LEC: la stagione competitiva europea partirà da remoto
di

Secondo l’ultimo statement pubblicato sui social, il campionato europeo di League of Legends (LEC) inizierà la stagione da remoto. Le dieci squadre europee giocheranno ancora le loro partite, ma non saranno al LEC Studio di Berlino. La notizia arriva pochi giorni prima dell'inizio della stagione 2022.

Il post su Twitter spiega che la decisione è stata presa in risposta alle restrizioni in corso a causa del COVID-19 e al crescente numero di casi che si stanno quotidianamente registrando a Berlino.

"La nostra prima e più importante priorità è sempre la salute e il benessere dei giocatori, degli allenatori, del personale e del nostro staff", afferma il post. "Per raggiungere questo obiettivo e garantire la continuità del campionato stesso, le squadre gareggeranno dalle proprie strutture di allenamento per l'inizio della stagione. Continueremo a monitorare la situazione COVID-19 su base settimanale e speriamo di dare il benvenuto ai giocatori in studio non appena si potrà".

Per tutto il 2021, la regione europea ha ospitato due stagioni giocate per lo più offline, mentre Riot è riuscita a far giocare in LAN le principali competizioni internazionali: MSI e Worlds.

LoL Esports ha mostrato un'azione rapida per quanto riguarda il COVID-19, iniziando le prime settimane del LEC Summer Split del 2021 da remoto, per poi tornare dal vivo nella settimana 5.

L'annuncio del passaggio all'online arriva in contemporanea all'aumento dei casi di COVID-19 in tutto il mondo a causa della variante Omicron.

Il LEC Spring Split 2022 (ecco tutti i dettagli sulla nuova stagione competitiva europea di LoL) inizia venerdì 14 gennaio con il Team Vitality che affronta i MAD Lions alle 18:00 ora italiana.

Quanto è interessante?
1