Esport

League of Legends: la nuova vita di Faker, giocatore e co-proprietario dei T1

League of Legends: la nuova vita di Faker, giocatore e co-proprietario dei T1
di

Il GOAT di LoL, Lee "Faker" Sang-hyeok, è tornato a far parlare di sé, firmando un nuovo contratto triennale con la sua formazione storica, i T1, come annunciato dalla stessa organizzazione coreana. Nulla di nuovo, all'apparenza: la carriera e il destino del pro player più famoso di LoL è legata da molto tempo ai T1.

Questa volta, però, la posizione lavorativa di cui si discute non è solo quella di semplice giocatore, bensì addirittura di co-proprietario della stessa organizzazione.

Nel mondo esport non sarebbe il primo caso: già Søren "Bjergsen" Bjerg, giocatore danese di LoL, è divenuto co-proprietario dei TSM verso la fine del 2019.

Faker, dunque, estenderà ulteriormente la sua influenza all'interno del team che l'ha visto crescere ed affermarsi sulla scena internazionale, diventando la figura esport di riferimento di League of Legends.

I tre Worlds in saccoccia sono lì a dimostrarcelo ogni giorno e di sicuro la magra figura rimediata l'anno scorso contro i G2 non può offuscare quasi un decennio di onorato servizio.

Joe Marsh, CEO dei T1, ha dichiarato: “T1 è entusiasta di avere Faker nel roster per le prossime tre stagioni. Sin dall'inizio di T1, Faker è stato la pietra angolare del successo del nostro team e la sua immortale passione per questa organizzazione continuerà a farci avanzare ora che è divenuto co-proprietario di T1 Entertainment & Sports”.

Una volta che la leggenda deciderà di ritirarsi, insomma, potrà contare su un ruolo dirigenziale, per formare la prossima generazione di giocatori professionisti.

Quanto è interessante?
3
League of Legends: la nuova vita di Faker, giocatore e co-proprietario dei T1