WildRift

League of Legends Wild Rift: guida e trucchi per i nuovi giocatori

League of Legends Wild Rift: guida e trucchi per i nuovi giocatori
di

Il famosissimo MOBA di Riot Games ha finalmente fatto il suo debutto fuori dal suo ambiente naturale, il PC, per sbarcare su dispositivi iOS e Android con un’edizione adattata al gioco su mobile. Vediamo in questa guida alcuni trucchi per iniziare a giocare utili per tutti i nuovi giocatori di League of Legends.

L’Arena di Gioco
La prima cosa fondamentale che dovrete imparare è la conformazione dell’arena in cui vi ritroverete a dovervi scontrare con i vostri avversari: si tratta di un campo di battaglia suddiviso in tre diverse fasce, chiamate corsie o lane in inglese, che collegano la base di una squadra, posta all’estremità sinistra della mappa, alla base dell’altra squadra, posizionata simmetricamente all’estremità destra. Ogni corsia richiede di essere affrontata in un determinato modo, e utilizzando dei campioni che corrispondano al ruolo giusto per quella corsia, altrimenti rischiereste di essere pesantemente svantaggiati rispetto al vostro avversario di corsia, a causa delle caratteristiche del vostro personaggio inadatte per svolgere quel compito.

La zona di raccordo tra le tre corsie, disposte dall’alto verso il basso e chiamate, in gergo, top lane, mid lane e bottom (bot) lane, si chiama giungla, e vede anch’essa la presenza costante di un giocatore per entrambe le squadre. L'obiettivo di ogni partita sarà sempre quello di distruggere la base nemica: per farlo serviranno abilità personali, gioco di squadra, conoscenza delle caratteristiche dell'arena e delle tempistiche, e infine anche una piccola dose di fortuna.

Top Lane
La corsia superiore prevede che si scontrino solamente un giocatore per ogni squadra, ed entrambi dovranno cercare di ottenere la supremazia sull’avversario per poter poi cercare di sconfiggere, magari con l’aiuto del giocatore di giungla, i mostri unici che si trovano all’interno della giungla vicino alla corsia superiore: questi sono il Messaggero della Landa, evocabile dopo averlo sconfitto per distruggere velocemente le torri nemiche, e il Barone, un mostro maestoso estremamente difficile da abbattere, ma che fornisce importantissimi bonus a tutta la squadra.

Per affrontare la corsia superiore, tra i migliori campioni che potete scegliere ci sono tank e combattenti: a seconda del vostro stile di gioco preferito, quindi, potrete scegliere se basare la vostra tattica sulla difesa oppure sull’attacco. Uno dei campioni migliori per iniziare è una sorta di connubio tra le due filosofie: Garen, infatti, può essere tranquillamente considerato un tank a tutti gli effetti, ma riesce anche ad infliggere danni ingenti grazie alle sue abilità che silenziano i bersagli e infliggono molti danni.

Mid Lane
La corsia centrale è quella che fornisce il collegamento più diretto tra le basi delle due squadre, chiamate Nexus. Anche in questo caso andranno ad affrontarsi un solo giocatore per ogni squadra, ma in questo caso riuscire a prevalere sull’avversario diventa fondamentale, poiché la corsia centrale riveste un importantissimo ruolo di raccordo non solo tra le basi, ma anche tra le altre corsie e la giungla, permettendo di raggiungere velocemente qualunque punto dell’arena desideriate: ecco quindi spiegato perché mantenerne il controllo dovrebbe essere una priorità di ogni squadra.
Per affrontare al meglio le insidie della corsia centrale, i campioni raccomandati sono della categoria degli assassini o dei maghi: in particolare, tra quest’ultimi risalta Lux, un campione particolarmente adatto ai nuovi giocatori. Grazie alla sua semplicità d’utilizzo, infatti, Lux permette a chiunque di poter fare una buona partita, grazie anche ad un buon mix di abilità che permettono sia di esercitare un controllo del terreno ad area, sia di attaccare direttamente il nemico e infliggere una gran quantità di danni.

Bot Lane
La corsia inferiore è l’unica zona dell’arena in cui si affrontano due giocatori per squadra contemporaneamente, ed è la corsia da dove partono gli assalti per accaparrarsi i numerosi e diversi Draghi che nel corso della partita compariranno all’interno della porzione di giungla vicina alla corsia inferiore. Per questo motivo, la collaborazione tra i due membri del team che si ritroveranno in corsia inferiore diventa fondamentale per cercare di ottenere un vantaggio concreto sugli avversari fin dai primi di gioco, e poter poi riuscire a mantenere il controllo sui draghi, che forniscono importanti bonus di squadra.

Il modo migliore per affrontare la corsia inferiore è utilizzando una coppia di campioni allestita selezionandone uno di tipo supporto e uno di tipo tiratore. In questo modo, mentre il primo si occuperà di curare, contrastare le abilità degli avversari ed esercitare controllo del terreno per tentare a sua volta di bloccare il nemico, il tiratore avrà il compito di infliggere enormi quantità di danni agli avversari, tentando incursioni e sfruttando le caratteristiche del proprio supporto.

Per iniziare, due tra i campioni migliori sono sicuramente Ashe e Sona: la prima è una tiratrice che, grazie alla sua ottima gittata e alle sue abilità che colpiscono da lontano, è in grado di tenersi sempre al riparo dal combattimento ravvicinato, e al contempo infliggere danni molto velocemente ai nemici. La seconda è invece un campione di supporto estremamente utile, che può curare ed applicare altri effetti positivi ai propri alleati, in modo da proteggere il tiratore della corsia inferiore; nel corso della partita, poi, potrebbe iniziare a diventare pericolosa anche da sola grazie alle sue altre abilità.

Giungla
La giungla è la zona di gioco più particolare e complessa da affrontare, poiché richiede un’approfondita conoscenza del gioco che la rende inadatta ai nuovi giocatori. La giungla è popolata da creature di ogni tipo: sconfiggendole, la maggior parte vi fornirà solamente un bonus in denaro ed esperienza, mentre altre permettono di ottenere anche bonus passivi o attivi di varia natura; come abbiamo già visto, inoltre, all’interno della giungla troviamo anche il Messaggero della Landa, il Barone e i Draghi. Conoscere le caratteristiche di ognuno dei mostri della giungla, quindi, è di fondamentale importanza per riuscire a costruire una strategia efficace che vi porti a dominare la zona e prendere un vantaggio sull’avversario.

In ogni caso, all’interno della giungla è possibile utilizzare campioni di ruoli molto diversi, tra cui annoveriamo tank, assassini e tiratori, tutti più o meno validi a seconda del vostro stile di gioco. Se siete dei novizi nell’affrontare la giungla, il consiglio è quello di virare su un campione come Amumu, che nonostante la sua enorme resistenza fisica è comunque in grado, se sviluppato correttamente, di infliggere ingenti danni a qualunque avversario, soprattutto quando la partita inizierà a volgere verso il termine.

Vi ricordiamo che League of Legends Wild Rift e disponibile in Open Beta su dispositivi mobile, iOS e Android.

Quanto è interessante?
3