Left 4 Dead 2: a dieci anni dall'uscita, gli sviluppatori raccontano la genesi del titolo

Left 4 Dead 2: a dieci anni dall'uscita, gli sviluppatori raccontano la genesi del titolo
di

In occasione dell'importante ricorrenza del decimo anniversario dall'uscita di Left 4 Dead 2, i colleghi di Eurogamer.net hanno scambiato quattro chiacchiere con Tom Leonard e Chet Faliszek: i due autori del kolossal multiplayer di Valve hanno svelato alcuni retroscena sulle origini del titolo.

In una lunga intervista ricca di spunti di riflessione e di aneddoti che hanno riguardato il percorso di sviluppo intrapreso da Valve per dare forma a L4D2, Leonard ha raccontato di come "Left 4 Dead 1 è stato un progetto piuttosto folle da mettere insieme. Era singolare vedere come il team fosse stato in grado di realizzare quel titolo senza capire come funzionasse davvero, eppure ci è riuscito. Quando uscì, tra di noi echeggiò un silenzio assordante per gli sforzi che avevamo compiuto, anche se non volevamo passare direttamente per quella fase di crunch".

L'estenuante esperienza compiuta con il primo capitolo ha così spinto Leonard e il suo team di sviluppo a cambiare approccio per il secondo episodio, come spiega lui stesso affermando che "il Game Director dell'IA ci ha aiutati ad assumere una sorta di 'atteggiamento fluido' nel design del gioco. Non avevamo le costrizioni imposte da un gameplay lineare in stile Half Life 2, e così ho chiesto ai miei colleghi se potevamo realizzare Left 4 Dead 2 nel giro di un anno, con tranquillità e senza ricorrere al crunch".

Quanto al successo ottenuto dal titolo dal lancio avvenuto nel novembre del 2009 e, soprattutto, al legame che si è creato tra i diversi membri di una community estremamente affiatata, Leonard si emoziona quando ricorda la lettera inviatagli da un soldato di stanza in Afghanistan che decise di ringraziarlo per l'impegno profuso in questo videogioco: "Mi ha ricordato di come un gioco come Left 4 Dead 2 possa essere in grado di unire le persone, donandogli un momento di serenità lontano da problemi come le bollette o le bombe. Mi ha fatto capire di aver creato questa zona, questa realtà alternativa in cui le persone potevano immergersi per trovare un sollievo dai problemi della vita. Per molti, Left 4 Dead 2 è stato una forma di evasione collettiva".

Oltre al decimo compleanno di Left 4 Dead 2, di recente si è celebrata la ricorrenza del quindicesimo anniversario di Half Life 2, con iniziative promosse sui social dai fan nel silenzio assordante di Valve, che continua a tacere sui rumor su Half-Life 3 e sulle richieste per lo sviluppo di Left 4 Dead 3.

Quanto è interessante?
3