Little Nightmares 2: un'avventura horror tra piccoli incubi e grandi paure

di

Riemersi dalle atmosfere a tinte oscure di Little Nightmares 2, la nostra ultima prova con l'avventura firmata dagli studi Tarsier ci ha rassicurati sulla bontà del lavoro svolto dalla software house svedese, al netto di qualche piccolo problema.

Le ore trascorse in compagnia del giovane protagonista di Little Nightmares 2 riescono infatti a delineare con maggiore chiarezza il quadro ludico, contenutistico e narrativo disegnato dagli autori di Tarsier.

Di tutti gli interventi compiuti dal team di Malmo, spicca una direzione artistica capace di amplificare il senso di desolazione che pervade gli utenti, con livelli dalle atmosfere ansiogene che elevano l'esperienza di gameplay ed esaltano un world building decisamente più stratificato rispetto al primo capitolo.

L'ottimo comparto grafico rende ancora più evidenti le pecche ravvisabili sul fronte del gameplay, con una qualità complessiva che viene in qualche modo piagata dalla "facile leggibilità" di alcuni enigmi e da un sistema di controlli che eredita la "pesantezza" del capitolo primigenio.

Se siete curiosi di scoprire cosa bolle in pentola dalle parti di Tarsier Studios, oltre al video in cima alla notizia potete leggere la nostra anteprima di Little Nightmares 2 per asciarvi trasportare nelle atmosfere di questa ambiziosa avventura intrisa di elementi thrilling.

Quanto è interessante?
4