Loot box come gioco d'azzardo: in UK una nuova richiesta per regolare il fenomeno

Loot box come gioco d'azzardo: in UK una nuova richiesta per regolare il fenomeno
di

Le loot box devono essere equiparate al gioco d'azzardo. La richiesta viene espressa nuovamente nel Regno Unito, in un report chiamato Gaming The System che sarà pubblicato oggi, dalla Children's Commissioner for England, Anne Longfield, che proporrà anche di introdurre un limite giornaliero di spesa.

"I bambini ci hanno detto di aver paura di star giocando d'azzardo quando comprano le loot box, ed è chiaro che alcuni minori stanno spendendo centinaia di sterline in questa pratica. Vogliamo che il governo consideri la presenza delle loot box in giochi come FIFA, come una forma di gioco d'azzardo."

Il report cita inoltre diversi ragazzini preoccupati, tra cui un giocatore di FIFA quattordicenne che scrive: "Non ottengo mai niente dai pacchetti, ma li continuo a comprare lo stesso".

Recentemente tra l'altro, la stessa EA ha risposto alle accuse sul problema loot box.

Longfield non crede che i videogiochi in sé siano dannosi, nonostante recentemente sia stato incluso il gaming disorder come malattia ufficialmente riconosciuta dall'OMS. Il report infatti indica il gioco online come strumento che aiuti a formare legami e abilità di squadra.

Le software house però sono state accusate di sfruttare i consumatori più giovani, incoraggiandoli a spendere soldi in sistemi poco chiari per cercare di tenere il passo degli altri amici online.

Se il governo dovesse cedere alle richieste, i giochi contenenti tali meccaniche sarebbero da classificare come vietati ai minori, e sarebbe sicuramente un danno vedere un gioco di calcio vietato ai minori di 18 anni. Staremo a vedere.

Nel frattempo, un portavoce del governo ha assicurato che il report e gli argomenti in esso trattati saranno presi in considerazione molto attentamente.

Che ne pensate della situazione?

FONTE: VG247
Quanto è interessante?
4