Lost Ark: l'MMORPG tra Diablo e WoW nella nostra Video Recensione

di

Da tempo già disponibile sul mercato asiatico, Lost Ark, l'MMORPG sviluppato dalla software house sudcoreana Smilegate, è finalmente giunto sulle sponde occidentali ed è al momento distribuito esclusivamente su PC come free-to-play.

Distribuito in Europa da Amazon, Lost Ark farà felici quei giocatori che sognavano un incrocio tra gli stili di gioco di Diablo e World of Warcraft, con il sistema di combattimento chiaramente ispirato alla serie hack 'n' slash di Blizzard. Proprio gli scontri sono il fiore all'occhiello della produzione e la componente che più ci ha convinto. I giocatori, inoltre, saranno sempre liberi di ridistribuire i propri punti abilità in modo da poter sperimentare numerosissime build nel corso dell'avanzamento.

Sebbene la storia ed il contesto narrativo di Lost Ark siano ricchi di cliché e situazioni già viste, l'MMORPG saprà regalare momenti epici grazie ad alcune battaglie su larga scala a cui prenderemo parte e a situazioni che porteranno ad alcune interessanti variazioni di gameplay. Peccato per il quantitativo eccessivo di fetch quest, tipiche del genere, che vanno un po' ad appiattire l'esperienza di gioco.

In qualità di free-to-play, Lost Ark offre numerose opzioni di acquisto in-game, tuttavia gli sviluppatori hanno ben bilanciato la progressione e non vi sentirete mai parte di un sistema pay-to-win. Per quanto riguarda infine il comparto grafico, è evidente come il titolo senta tutto il peso dei suoi cinque anni di vita dal lancio originale, tuttavia la direzione artistica saprà spesso dimostrarsi azzeccata e sopperire alle mancanze tecniche.

Forse il più grande difetto di Lost Ark è l'attuale presenza di code a cui sono costretti gli utenti, ma gli sviluppatori hanno promesso l'arrivo a breve di un fix. Per ulteriori approfondimenti, vi rimandiamo alla nostra Recensione di Lost Ark.

Quanto è interessante?
2