Lost Odyssey, Microsoft rinnova il marchio: novità all'orizzonte?

Lost Odyssey, Microsoft rinnova il marchio: novità all'orizzonte?
di

Lo scorso 14 settembre, l'ente statunitense preposto alla certificazione e alla classificazione dei brevetti ha ricevuto dalle alte sfere di Microsoft la domanda di rinnovo del marchio di Lost Odyssey. Solo adesso, però, apprendiamo dell'effettiva conclusione dell'iniziativa.

Il lungo tempo di attesa necessario per ottemperare alla richiesta della casa di Redmond è servito all'ente governativo americano per controllare la paternità del progetto sviluppato da Mistwalker: in questo modo, Microsoft ha potuto assicurarsi i diritti sulla proprietà intellettuale di Lost Odyssey per ben 10 anni, ovvero fino al 2028.

Curiosamente, su esplicita domanda dei rappresentanti del colosso tecnologico di Washington il nuovo marchio decennale di Lost Odyssey comprende solo la parte di brevetto relativa ai videogiochi, senza cioè includere i futuri diritti di sfruttamento commerciale per la produzione e la distribuzione di DVD o Blu-ray, così come di eventuali film, collane di fumetti, siti web o linee di giocattoli. Non si tratterebbe, quindi, di un semplice "atto burocratico" compiuto da Microsoft per mantenere il controllo su una delle esclusive più importanti di Xbox 360 ma di una mossa strategica volta a riportare in auge questa IP.

La decisione assunta dall'azienda statunitense, di conseguenza, non può che essere destinata ad alimentare le voci di un futuro remake di Lost Odyssey o, magari, di un nuovo episodio della serie per PC e Xbox One (o Xbox Scarlett) ambientato nel medesimo universo dell'iconico JRPG del 2007 diretto da Hironobu Sakaguchi, il leggendario creatore della serie di Final Fantasy.

Quanto è interessante?
17