di

A un mese di distanza dal reveal trailer di MADiSON, gli sviluppatori di Nosebleed Games ci rituffano nell'universo a tinte oscure del loro horror psicologico dai risvolti medianici con un video gameplay che conferma, semmai ve ne fosse ancora bisogno, i numerosi punti di contatto con P.T. e Fatal Frame.

Nell'illustrare gli aspetti dirimenti della propria opera, gli autori di Nosebleed Games descrivono l'impianto ludico e narrativo di MADiSON come appartenente al medesimo filone delle esperienze disturbanti che annovera il già citato P.T. di Hideo Kojima e gli episodi della serie di Project Zero.

Il protagonista di questa avventura dai toni intimistici è Luca, un ragazzo che dovrà esplorare una casa infestata da un demone per dare seguito a un rituale iniziato decenni addietro e mai conclusosi per la morte dei precedenti "esorcisti dilettanti".

L'impianto di gameplay verte attorno alla risoluzione degli enigmi ambientali con l'utilizzo di una fotocamera istantanea: solo osservando gli spiriti immortalati nelle foto appena scattate, infatti, Luca potrà scoprire i segreti della mappa e conoscere l'esatta posizione dei fantasmi e degli esseri demoniaci che infestano ogni stanza.

Approfittando della vetrina offertagli dal Future Games Show, gli sviluppatori di Nosebleed hanno confermato che MADiSON sarà disponibile su PC nel 2021 ma arriverà anche su console nel corso del prossimo anno, senza però fornire ulteriori precisazioni sulla rosa di piattaforme casalinghe su cui sarà possibile proseguire la caccia ai demoni.

Quanto è interessante?
4