Metal Gear è uno strumento dei servizi segreti USA, secondo il Governo russo

Metal Gear è uno strumento dei servizi segreti USA, secondo il Governo russo
di

Durante un discorso rivolto ai rappresentanti della Duma, il vice capo di stato maggiore del Governo russo, Andrei Kartapolov, ha arringato i parlamentari della Camera bassa della Federazione Russa affermando che il videogioco di Metal Gear Solid non è altro che un progetto occulto di intelligence americano.

Secondo le affermazioni del vice ministro della Difesa del Governo russo riprese dai giornalisti del Moscow Times, infatti, l'epopea di Hideo Kojima costituirebbe un tentativo dei servizi segreti degli Stati Uniti di "lanciare un progetto su Internet finalizzato alla manipolazione diretta della coscienza pubblica, specialmente di quella delle generazioni più giovani".

A voler dar retta a Kartapolov, la serie di Metal Gear rappresenterebbe così un vero e proprio pericolo per la sicurezza nazionale e per la stabilità delle istituzioni: tali videogiochi sarebbero persino "volti a incoraggiare attività di protesta e un'insoddisfazione tra i giovani nei confronti delle autorità".

Conoscendo Kojima e la sua propensione a condividere sui social ogni sua considerazione sui propri gusti videoludici e sulle tematiche più disparate, molto probabilmente la risposta del geniale sviluppatore giapponese attualmente al lavoro sul progetto di Death Stranding (qui trovate il video di un esilarante demake fan made) non si farà attendere ancora a lungo. Nel frattempo, informiamo chi ci segue che proprio nel 2019 cade il ventesimo anniversario dall'uscita del primo, leggendario capitolo di Metal Gear: su queste pagine trovate un nostro video speciale sulla storia di Metal Gear.

Quanto è interessante?
7