di

Non paghi del clamore suscitato dall'analisi comparativa sulle versioni console di Metro Exodus (e sulla conclusione della superiorità dell'edizione Xbox One S su quella PS4), i "tecnici videoludici" di Digital Foundry puntano i loro riflettori sulla versione PC dell'FPS di 4A Games e ne rimandono estasiati.

Spinta dall'ultima generazione di schede grafiche Nvidia RTX, l'ultima avventura post-apocalittica di Artyom rasenta il fotorealismo grazie al sapiente utilizzo della tecnologia di Ray Tracing da parte degli sviluppatori ucraini e alla bontà del loro motore grafico, il 4A Engine.

L'impeccabile sistema di illuminazione dinamica, gli ottimi effetti particellari, l'armoniosa alternanza tra scenari all'aperto e ambientazioni chiuse, il comparto audio di prim'ordine e un framerate senza sbavature sono i punti qualificanti di un'opera che, a detta di DF, riesce ad aprire una finestra sulla next-gen indicando chiaramente a tutti gli attori dell'industria la strada da percorrere per garantire un simile livello di realismo con un hardware che, presumibilmente, non dovrebbe discostarsi di molto da quello che ritroveremo nella dotazione tecnologica di PS5 e Xbox Scarlett.

Il viaggio di Artyom verso il cuore della Russia post-atomica di Metro Exodus è già partito il 15 febbraio su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Sulle pagine di Everyeye.it trovate un'ampia copertura mediatica dedicata al kolossal di Deep Silver che comprende la recensione, la video recensione e diversi approfondimenti incentrati, ad esempio, sulla storia videoludica della Russia.

Quanto è interessante?
17