Metroid: un cosplay di Samur Aran senza casco, creato da Natalia

Metroid: un cosplay di Samur Aran senza casco, creato da Natalia
di

Nei lontani anni '80, Nintendo era una delle regine indiscusse nel mercato dei videogiochi, insieme ad altri competitor giapponesi. Nel 1986 sul NES mise a segno un altro successo con Metroid, un gioco che necessiterà di poco per fare la storia e per essere trascinato ai giorni nostri con sequel o produzioni ispirate alle sue meccaniche.

Quindi in quegli anni cominciò anche la storia di Samus Aran nel mondo videoludico, un personaggio sempre bardato in un'armatura - talvolta arancione talvolta blu - futuristica e in uno scenario di un futuro remoto. Visto il periodo e l'utenza, Samus fu l'antesignana di tante altre eroine al femminile che sarebbero poi arrivate in videogiochi futuri, dato che nessuno si aspettava che sotto quella corazza ci fosse una donna dai capelli biondi.

Mentre si consuma il sorpasso di Metroid Dread ai danni di Metroid Prime, viene sottolineato ancora una volta come il franchise sia abbastanza vivo, nonostante l'inattività. Ci pensano anche i cosplay a tema Metroid con Samus Aran in grande forma, come in questa foto di Natalia Kat che ha portato l'eroina con tuta blu a mostrarsi di nuovo senza casco, con capelli biondi raccolti in una coda di cavallo, e una pistola tra le mani.

Quanto è interessante?
5