Metroid Dread: Samus è tornata, in un'avventura tra azione e terrore puro

di

In attesa di Metroid Prime 4, la cacciatrice di taglie più famosa della galassia (e oltre) torna sui nostri schermi con Metroid Dread, una nuova avventura in 2.5D sviluppata in collaborazione con MercurySteam.

In coincidenza dell'arrivo di Nintendo Switch OLED, attesa nei negozi da venerdì 8 ottobre, Metroid Dread ci catapulta nuovamente nelle atmosfere spaziali dell'acclamata serie Nintendo. Si tratta di un capitolo ben riuscito, forte di spunti interessanti, un gran dinamismo di gioco e persino qualche venatura horror, il tutto a contorno della classica formula di gameplay che ha reso celebre la saga da trentacinque anni a questa parte. Nonostante gli evidenti pregi, la produzione di Nintendo e MercurySteam non ha saputo convincerci in toto: l'esperienza risulta alle volte eccessivamente ripetitiva, e qualche variazione in più avrebbe sicuramente elevato ancor maggiormente lo spessore del gioco. Seppur curato, anche il comparto artistico non ci è sembrato caratterizzato tanto quanto avremmo desiderato.

Ricordiamo che la nuova avventura in grafica 2.5D sarà disponibile in esclusiva su Nintendo Switch a partire dall'8 ottobre. Per ulteriori informazioni sul titolo vi rimandiamo al filmato che trovate in cima e alla Recensione di Metroid Dread a cura del nostro Marco Mottura. Prima di accingervi a scaricare il gioco sulla vostra console, potete scoprire il peso di download di Metroid Dread.

Quanto è interessante?
2