di

Nel suo ultimo video dell'ormai celebre serie Boundary Break, lo youtuber Shesez si è tuffato nella dimensione sci-fi di Metroid Dread per andare a caccia di segreti ed easter egg oltre i confini della mappa dell'avventura 2,5D targata MercurySteam.

Il famoso creatore di contenuti si è appoggiato al lavoro svolto da Postposterous e si è servito dei suoi strumenti per sganciare la fotocamera del gioco. Una volta appreso il sistema per modificare liberamente l'inquadratura, lo youtuber ha sfruttato questo stratagemma per svelare la struttura nascosta dei livelli di Metroid Dread.

L'exploit adottato da Shesez ci permette di aprire una finestra sull'universo interattivo che si cela dietro ai livelli di un titolo che, salvo rare eccezioni, adotta quasi esclusivamente un'inquadratura con prospettiva laterale.

L'ultima puntata di Boundary Break fa quindi chiarezza sui numerosi trucchi escogitati da MercurySteam per ottimizzare il comparto grafico e l'esperienza di gioco nelle diverse situazioni da far vivere agli emuli di Samus, pur mostrando inevitabilmente il fianco agli spoiler quando entra nel merito dei segreti dei livelli più avanzati.

Di particolare interesse sono poi i frangenti del video in cui si illustrano i sistemi adottati dagli sviluppatori per renderizzare a schermo gli scontri con gli EMMI e, soprattutto, per celare alla vista il volto di Samus nascondendolo dietro il casco della Tuta Zero. Fateci sapere che cosa ne pensate al riguardo, ma prima vi invitiamo a leggere il nostro ultimo speciale sulla storia di Samus e della serie dal NES a Metroid Dread.

Quanto è interessante?
2