Microsoft compra Activision: quale futuro per Blizzard? Jason Schreier è ottimista

Microsoft compra Activision: quale futuro per Blizzard? Jason Schreier è ottimista
di

L'inatteso matrimonio tra Microsoft e Activision è destinato a stravolgere gli equilibri futuri dell'industria videoludica. Per il noto giornalista Jason Schreier, questa storica acquisizione avrà delle importanti ricadute sul lavoro che verrà portato avanti da Blizzard Entertainment come parte degli Xbox Game Studios.

La celebre firma di Bloomberg ritiene infatti che, sotto la direzione di Phil Spencer e della divisione Xbox della casa di Redmond, i team di sviluppo interni a Blizzard potranno lasciarsi alle spalle i problemi che hanno interessato i rapporti con le alte sfere di Activision nel corso di questi anni.

Nel discutere dell'argomento sui social, Scherier sottolinea come "sebbene i monopoli siano senza dubbio una cattiva notizia per l'industria dei videogiochi, questo matrimonio potrebbe avere alcuni effetti positivi su Blizzard, sia dal punto di vista culturale che strategico. Sotto Activision, ogni gioco doveva essere un franchise da miliardi di dollari, mentre sotto Xbox questo approccio credo proprio che sia destinato a cambiare".

Il giornalista videoludico coglie l'occasione per lanciare un'invettiva contro l'attuale dirigenza di Activision: "L'obiettivo finale di Bobby Kotick, oltre a quello di farla franca per tutto ciò che ha combinato, era quello di trasformare Blizzard in un altro studio Activision obbligato a produrre delle hit a cadenza annuale. Sotto la direzione del team Xbox, Blizzard potrebbe essere davvero in grado di riguadagnare parte della sua autostima e di risorgere, lasciandosi alle spalle alcuni grossi problemi".

E voi, cosa ne pensate al riguardo? Prima di lasciarvi ai commenti, vi ricordiamo che Blizzard Entertainment è attualmente impegnata nello sviluppo di kolossal del calibro di Diablo 4 e Overwatch 2.

Quanto è interessante?
6