Microsoft Store, più soldi agli sviluppatori PC: la quota trattenuta passerà dal 30 al 12%

Microsoft Store, più soldi agli sviluppatori PC: la quota trattenuta passerà dal 30 al 12%
di

Nel mare di informazioni condivise da Matt Booty con lo speciale sulla centralità del PC Gaming nel futuro di Xbox, il capo degli Xbox Game Studios ha teso la mano agli sviluppatori di terze parti riferendogli che, molto presto, potranno aumentare i propri margini di guadagno vendendo i loro titoli su Microsoft Store.

L'alto dirigente degli Xbox Game Studios spiega che "gli sviluppatori sono al centro del nostro progetto, vogliamo che ottengano il successo che meritano sulle nostre piattaforme. Ecco perché oggi annunciamo che stiamo aggiornando i nostri termini del Microsoft Store per tutti gli sviluppatori di giochi PC. Come parte del nostro impegno per consentire a ogni creatore di giochi PC di ottenere di più, a partire dall'1 agosto la quota del fatturato netto delle vendite su Microsoft Store passerà dal 70 all'88%".

Per Matt Booty, questo intervento incentiverà gli sviluppatori a lanciare i loro titoli su Microsoft Store: "Una quota di entrate chiara e senza vincoli significa che gli sviluppatori avranno maggiori possibilità per proporre più giochi, raggiungere più giocatori e, quindi, ottenere un maggiore successo commerciale".

Dall'1 agosto di quest'anno, quindi, la quota che Microsoft tratterrà dai ricavi dalle vendite di giochi PC generati dagli sviluppatori di terze parti sul proprio Store passerà dal 30% al 12%, un intervento che, nelle ambizioni della casa di Redmond, farà da volano a un ampliamento dell'offerta videoludica riservata all'utenza PC. Solo con il tempo, però, capiremo se questo cambio di politica si tradurrà in un consolidamento ulteriore dei rapporti commerciali stretti da Microsoft con i publisher e gli sviluppatori indipendenti, con tutte le conseguenze che possiamo facilmente intuire in termini di crescita dell'offerta di Xbox Game Pass su PC e console.

FONTE: Xbox.com
Quanto è interessante?
8