di

In seguito all'annuncio dell'acquisizione di Zenimax da parte di Microsoft, molti osservatori hanno espresso la propria visione su quello che potrà essere il futuro comune di Xbox e Bethesda.

Ovviamente, tra coloro che hanno pubblicamente commentato l'evento, troviamo anche Phil Spencer, responsabile della divisione Xbox. Il dirigente verdecrociato ha in particolare discusso dell'acquisizione nell'ambito di un'interessante intervista congiunta che lo ha visto protagonista insieme a Pete Hines e Todd Howard, di Bethesda.

Nel discutere dell'accordo, Spencer ha evidenziato come la software house abbia da sempre avuto il coraggio di innovare, percorrendo la strada del cloud, ma anche della Realtà Virtuale, con The Elder Scrolls: Skyrim VR. Questo elemento, unito al talento degli sviluppatori e ad un'attenzione per la qualità dei propri prodotti, lo ha convinto del fatto che la partnership avrebbe potuto dare ottimi frutti. Spencer ha inoltre stuzzicato la fantasia dei giocatori, affermando di aver avuto la possibilità di scoprire i piani futuri dei team in forze presso Bethesda e di apprendere numerosi dettagli su giochi già noti e su titoli non annunciati. A fronte delle informazioni in suo possesso, il dirigente Microsoft prospetta un futuro "incredibilmente entusiasmante", grazie in particolare alla volontà dei team Bethesda di spingersi sempre oltre e cimentarsi in nuove sfide.

Al momento, per quanto riguarda il reame Xbox Series X e PC, è già stato confermato che The Elder Scrolls VI e Starfield arriveranno su Xbox Game Pass al lancio.

Quanto è interessante?
16